“Esiste dunque una possibile corrispondenza diretta tra l’apparente casualità del nostro vivere quotidiano ed alcune delle principali leggi della matematica e della fisica?”