Leggi la recensione

Descrizione

Questo doppio album racchiude visioni, esperienze,
stati d’animo che spaziano approdando ai vari generi
da cui Andrea Tich attinge a piene mani: si va dal beatpsichedelico
al free rock Zappiano, dalla dark-vawe, al
naif-acustico per passare poi nell’elettronicosmico
tedesco con stravaganti attinenze del primo Battiato, il
tutto mescolato in maniera originale dall’estro di
Andrea, che da sempre caratterizza la sua musica.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati