Descrizione

CONCEPT
Guardare il mondo da lontano come attraverso un telescopio, per coglierne ossessioni e paure, ma anche speranze ed esempi da cui trarre ispirazione. È l’obiettivo di “Teleskop”, il secondo album di Aquarama, duo fondato dai fiorentini Dario Bracaloni e Guglielmo Torelli. Un disco che mette a fuoco la realtà per raccogliere informazioni da trasformare in musica. Uno strumento da puntare non solo sul presente ma anche sul passato, con cui catturare i ricordi e conservarne il valore, un po’ come fanno gli astronomi con la luce delle stelle. A raccontare ciò che Dario e Guglielmo hanno visto ‘attraverso le lenti’ sono le tracce del disco: 9 pezzi come tessere di un mosaico, che compongono una raffigurazione sonora in chiave pop del nostro tempo, intima ma anche condivisa, soprattutto da chi con sguardo più giovane affronta il mondo di oggi.
SOUND
Se il primo album, Riva, era una sorta di manifesto a quattro mani in cui tutti i brani erano potenziali singoli dal carattere autobiografico, Teleskop riassume un lavoro collettivo fatto di contaminazioni e collaborazioni alla ricerca della ‘canzone pop perfetta’, tra groove in stile black music, ritmi afro-cubani e sfumature anni ‘60 e ‘70. Tante anche le novità, dall’inserimento di voci femminili nei cori ai nuovi suoni e strumenti come sintetizzatori, marimba, pianoforte, chitarra classica e a 12 corde, oltre a diversi tipi di percussioni.
IL PROGETTO McFARLAND RECORDINGS
A fare da incubatore per la realizzazione dell’album, oltre che da autentico osservatorio sul mondo, la casa immersa nella campagna toscana che negli ultimi anni ha ospitato Aquarama tra le date della prima tournée. Uno spazio che il duo fiorentino ha deciso di trasformare in studio di registrazione: il McFarland Recordings, una sorta di “buen retiro” musicale dove ascoltare musica, guardare film e suonare con gli amici, ma anche dove migliorarsi come esecutori, produttori e arrangiatori, e dove scoprire di più sulle tecniche di registrazione. Lo studio si lega a doppio filo con il progetto del disco, ma l’obiettivo è quello di aprire anche ad altri musicisti, che qui potranno lavorare con a disposizione una grande sala di presa per girare video live (già utilizzata per la cover de “Il Veliero” di Battisti) e stanze in cui pernottare. Un vero e proprio rifugio dalla frenesia cittadina, per riportare la musica e la creatività al centro.

Credits

CREDITS
Testi e musiche di:
Dario Bracaloni e Guglielmo Torelli
Hanno suonato:
Clemente Biancalani - piano, electric organ, backing vocals
Dario Bracaloni - main and backing vocals, electric guitars, bass guitar, 12 string guitar, classical and acoustic guitars
Erika Boschi - backing vocals on “Bubble Gun”
Giacomo Mottola Gilardin - additional guitars, backing vocals, percussions
Giorgio Minervino - additional and lead guitars on “Vietnam”, “Summer’s Gone”
Guglielmo Torelli - drums, percussions, synthesizer, drum programming, glockenspiel, marimba
Kavinya Monthe Ndumbu - backing vocals on “Summer’s Gone”, “The House Is Burning”
Leonardo Baggiani - bass guitar on “The House Is Burning”, “Souvenir”, “Out Of The Blue”
Serena Altavilla - backing vocals on “Souvenir”, “The House Is Burning”

Registrato da Edoardo Fracassi e Marco Olivi e mixato da Marco Olivi presso McFarland Recordings, Luco di Mugello – Firenze, con master a opera di Edoardo Fracassi (autunno 2019).
P&C: Fresh Yo! Label (Italia) - Sand Music (Francia) - Pop Up Records (Germania) - Peer Music (a livello internazionale).
Tutti i diritti riservati © 2020

Release: 24 gennaio 2020
Singoli estratti 2019: Bubble~Gun (21 giugno), Lucky one (8 novembre), Moon Landing (6 dicembre).

Progetto grafico
Illustrazione: Alessandro Cripsta
Concept Design: Aquarama

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
IL TUO CARRELLO