Dj Gruff continua a riempire la Rete di musica bellissima e solidale

"Viene e va lato C" è il terzo capitolo del progetto "I migliori pensieri", con cui il dj ha già messo assieme più di 200 artisti per dare una mano a Emergency. Poeti, trombettisti ed Mc, uniti dagli scratch nella lotta contro il Covid-19
30/07/2020 13:49

Agli inizi del 2000 DJ Gruff, con lo pseudonimo di Lowdy, lanciava una chiamata destinata ai rapper di tutta Italia. L’obiettivo raggiunto era quello di creare una collaborazione tra artisti che non si conoscevano e che non si sarebbero forse mai incontrati, senza i mezzi e gli strumenti che abbiamo oggi. Un esperimento tecnologico e culturale che in quegli anni aveva dato voce a tanti artisti, affermati e non, e che aveva riunito il rap italiano per ben due volte nel 2008.

Oggi, quella chiamata di dodici anni fa, si concretizza per la terza volta, inaspettata: Viene e va lato C è il terzo lato di quel progetto uscito nel 2008, che si combina alla perfezione con I migliori pensieri, progetto discografico corale partorito durante il lockdown dalle menti di DJ Gruff e Dario Fichera, perfusionista cardiovascolare dell’azienda ospedaliera dell'Università di Padova, in prima linea sin dai primissimi giorni di emergenza covid.

Con Viene e va lato C, il progetto – di cui avevamo parlato direttamente con Gruff, che ci aveva racconto con la sua solita capace da "visionario" le ambizioni di mettere assieme musica e beneficienza in un periodo assurdo come quello delle prime settimane di Covid – prosegue la sua mission e arriva alla sua terza tappa, dopo la traccia omonima I miei migliori pensieri e dopo Lettera di un’infermiera italiana. Un'operazione che sin qua ha coinvolto più di 200 artisti tra musicisti, cantanti, attori, rappers e writers, uniti con lo scopo di sostenere Emergency attraverso una raccolta fondi a favore di chi sta operando contro il covid-19

Viene e va lato C, uscita il 30 luglio e che sarà presentata live (per la prima volta) la sera dello stesso giorno a Torino a Spazio 211, registra la partecipazione di più di 40 artisti. Una rete unica che si esprime attraverso versi e musiche composte durante la quarantena, che rievocano quei giorni strani e indelebili e che offrono una panoramica sulle moltissime regioni i cui pensieri, dialetti e slang si intrecciano nonostante la distanza culturale e geografica, in un viaggio di quasi 40 minuti attraverso sonorità e linguaggi profondamente diversi l’uno dall’altro.

DJ Gruff

Gli artisti provengono da ogni dove e scrivono, suonano, cantano dal loro posto nel mondo: c’è il poeta milanese Giancarlo Consonni, il trombettista di Vasco Rossi Frank Nemola, il vincitore della quindicesima edizione di Amici Sergio Sylvestre, il tamburellista de La Notte della Taranta Roberto Chiga, il campione mondiale dello scratch DJ Drugo, la leggenda romana DJ Stile, DJ 5L e DJ Fakser del progetto Alien Army, la stella promessa del rap Simofunk e poi Daniele Elnd, Nagualito, Cenzou, Brigante, Casti, Paco, Callister, Fugo, DJ Spass, Uomodisu, R. Chiga, Bigga, Sandro Su, DJ 2phast, Esa, O Prio, Pietro Neos, Sawerio, Tony Joz, Fabio Mef, Vaitea, DJ Dops, DJ Tosses, DJ Rekalize, Dope One, Ale Zin, Ramtzu, Ekspo, Willi Valanga, DJ Zorlak, Inoki.

Stasera, come detto, ci sarà il live a Torino: la prima performance post lockdown di DJ Gruff, in occasione della prima data della programmazione estiva di Spazio 211 Sun of a beach. Ad aprire la serata Miss Vaitea e la sua selezione di vinili, artista franco-neozelandese di origine polacco-rumeno-siberiana – anche se, in fondo, profondamente milanese.Miss Vaitea

"Il progetto #imiglioripensieri continuerà, traccia dopo traccia, verso dopo verso, nota dopo nota, a comporre una rete di sostegno per unire chi da solo non ce la può fare: perché ancora adesso ci servono I migliori pensieri”, dice DJ Gruff. La storia prosegue bene: partita da una telefonata tra il DJ sardo e Dario Fichera, in cui il medico invitava Gruff a supportare il corpo dei medici e degli infermieri con la sua musica, la storia di solidarietà si concretizzava con la prima traccia, omonima del progetto, in cui figurava: DJ Gruff, Clementino, Gianluca Petrella feat. Petra Magoni, Oyoshe, Militant A (Assalti Frontali), Roberto Chiga (Notte della Taranta) e altri.

Un’introduzione al progetto in cui le voci di Asia Argento, Frankie Hi Energy, Corrado Fortuna, DJ Ralf e altri fuoriclasse del cinema e della musica, che hanno contribuito alla generazione del brano, vengono scratchate dalle mani esperte di Gruff, anche ideatore dell’intera base accompagnatrice. Il brano, come un mantra, ripete a più riprese la frase "ci servono I migliori pensieri", con l’intento di regalare all’ascoltatore sette minuti di ottimismo e positività.

Lettera di un’infermiera italiana, invece, è stata la seconda traccia, nata dall’idea di DJ Gruff e il Maestro Antonio Tarantino di adornare con la musica le parole scritte da Michela Venturi, infermiera nel reparto Covid dell’ospedale di Senigallia, che nella lettera aperta che ha fatto il giro d’Italia, raccontava le sensazioni atroci del lavoro in prima linea durante l’emergenza sanitaria. Paura, fatica, dolore: per interpretare il discorso di Michela le voci di Asia Argento, Aurora Peres, Emilia Verginelli, Tommaso Ragno, Barbara Ronchi e Valeria Almerighi: attori e attrici la cui intepretazione viene drammatizzata dalla sofisticata manipolazione musicale in perfetto stile Gruff, che le alterna e moltiplica scratchandole nei punti più incisivi.

Nella seconda parte della Lettera, diretta al Presidente del Consiglio Giuseppe Conte, Antonio Tarantino al pianoforte, Diego Martino alla batteria e Francesco Vaglio alla chitarra si alternano in un’esecuzione magnifica composta da Gruff, in cui compaiono le voci disturbanti di alcuni personaggi del mondo della politica che negavano ai tempi l’epidemia. Infine, le parole di Gino Strada – medico, attivista e fondatore, assieme alla moglie Teresa Sarti, dell’ONG Emergency italiana –, che concludono il brano al quindicesimo minuto.

Antonio TarantinoAntonio Tarantino

Un’opera complessa che sta funzionando eccome, sia da un punto di vista musicale, sia benefico e che ora arriva al terzo singolo. Tre tracce – per ora – che riuniscono l’impegno, l’amore, il talento e l’arte di più di 200 artisti e che lentamente arrivano all’ascoltatore con tutta la potenza e la vitalità che solo un progetto corale, fatto di persone unite dagli stessi nobili intenti, riesce ad evocare: "Noi, nel nostro piccolo, continueremo a supportare chi opera per aiutare chiunque sia rimasto indietro", dice DJ Gruff. E, con lui, tutti gli artisti che pratecipano e parteciperanno al progetto.

Tutti i brani che compongono I migliori pensieri sono no profit e tutti disponibili qui. Ogni ascoltatore troverà le istruzioni per la libera donazione, devoluta a Emergency e a sostegno di chi sta operando contro il Covid-19.

---
L'articolo Dj Gruff continua a riempire la Rete di musica bellissima e solidale di Claudia Mazziotta è apparso su Rockit.it il 30/07/2020 13:49

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Leggi anche
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti