Iosonouncane: Roma balla ancora la Macarena

Sono passati 10 anni dall'esordio del cantautore sardo prestato al campionatore, e per la prima volta verrà stampato in vinile. Cosa si prova a riascoltarlo oggi? Un gran casino in testa, assolutamente attuale
22/10/2020 10:00

Quando parliamo di Jacopo Incani, in arte Iosonouncane, di solito lo facciamo per lodare Die, il suo secondo album del 2015 che ha fatto la storia della musica indipendente nel nostro Paese, oppure per attendere segnali provenienti da Ira, il suo futuro nuovo album annunciato nel dicembre del 2019 e ancora non pervenuto. Die, il suo capolavoro, gli ha fatto guadagnare credito e notorietà in Italia e anche all'estero, è stato portato live in almeno tre versioni (in solo coi campionamenti, acustico, full band) e la storia del'uomo che naufraga e della donna che lo vede dalla terraferma è ormai diventata un classico contemporaneo. Ma non è di questo che parliamo oggi.

Il 22 ottobre compie 10 anni il suo disco di debutto, La Macarena su Roma, e per festeggiare questa ricorrenza, Trovarobato lo stamperà in vinile gatefold a tiratura limitata per la prima volta. Sorpresa nella sorpresa, i primi 100 che lo acquisteranno sul Bandcamp dell'artista, lo riceveranno in edizione especiale col vinile blu. Per i fan più hardcore, c'è anche il bundle disco + maglietta. Archiviata la info di servizio, che si prova a riascoltare La Macarena su Roma a 10 anni dalla sua uscita? Un bel casino in testa.

TRACKLIST

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00

Al tempo, Incani stava già sviluppando l'attitudine da cantautore degli anni '70 prestato al campionatore. Ma la cosa che stupì di più i critici dell'epoca fu la sua voce incollata sulle medio alte a metà tra Caparezza e l'attore di culto Antonio Rezza, il suo fare teatrale, il cut-up burroghsiano di parole, titoli e suoni, che facevano del disco il frullatore allucinato di un predicatore che urla in piedi sulla sua cassetta di sapone (parole pesantissime di fronte a un pubblico annichilito). Sandro Giorello nella sua recensione del tempo diceva: "I surrealisti conoscono bene la realtà, probabilmente meglio di altri, ma trovano una via diversa per spiegarla". un paragone che ancora oggi, dopo il business miope e ipertrofico della musica italiana degli anni '10, regge perfettamente.

Iosonouncane parla di teledipendenza, migranti in mare e cinismo sulla terraferma, delle morti bianche della Tyssenkrupp, della Terra dei Fuochi e delle miserie di chi è costretto a lavorare recluso in un call center; del sempre attuale berlusconismo dentro di noi, tra un'invettiva urlata a trapanare le orecchie e un campionamento della golden age della merda di Mediaset, da Ok il prezzo è giustoNon è la Rai.

Lontano anni luce dagli esponenti del nuovo cantautorato dell'epoca, come Dente o Brondi, vicino agli Animal Collective e a Enrico Ghezzi di Blob, neorealista analogico-digitale, Incani riesce a dettagliare storie satiriche di cruda normalità con l'abilità di un giovane Aldo Nove, e a musicarle senza il minimo freno, a costo di diventare ridondante ed egoriferito, caratteristica che perderà con la maturità di Die

"Mi giro, e tra Marte e Gian Vito c'era seduto Antonio Gramsci"... "E i compagni Antonio, i nostri compagni?" - "Guarda, lascia perdere, li hanno ricoverati tutti" - "Ricoverati?" - Sì, in coma etilico".

Dentro La Macarena su Roma c'è tutto il mondo e tutto il pensiero di Incani, inquieto e inquietante, sopraffatto dalla realtà deprecabile, che può essere sonorizzata solo con passaggi allucinati o slabbrando la forma canzone fino a renderla teatro sonoro dell'assurdo contemporaneo, della fine degli ideali e dell'empatia. Dategli un nuovo ascolto, vi si apriranno nuovi livelli e nuove sottotrame, proprio come un grande album imperfetto sa fare. 

---
L'articolo Iosonouncane: Roma balla ancora la Macarena di Simone Stefanini è apparso su Rockit.it il 22/10/2020 10:00

Tag: anniversario

Pagine: Iosonouncane

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Leggi anche
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    • 1

      cmqmartina

      Pop, Elettronica, Dance (28373 click)

    • 2

      Little Pieces of Marmelade

      Psichedelia, Crossover, Garage (23511 click)

      new!
    • 3

      N.A.I.P.

      Cantautoriale, Elettronica, Demenziale (22071 click)

      new!
    • 4

      Vergo

      Pop, Electro, Trap (21309 click)

      new!
    • 5

      Casadilego

      Cantautoriale, Acustico (21203 click)

      new!
    vedi tutti

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani