Leggi la recensione

Descrizione

“Posthuman” è il secondo lavoro degli Ash Code, il nuovo LP consolida il rapporto con L’Arte dei Rumori(studio dove è stato prodotto , registrato e mixato da Silvio Speranza), e sarà pubblicato il 27/02/16 su CD dalla Swiss Dark Nights(CH) e successivamente su vinile dalla Manic Depression Records(FR).

Il titolo dell’album nasce da un’ esigenza di raccontare l’interpretazione dell’epoca moderna, il “Postumano” descrive la nuova maniera del soggetto di stare nel mondo, esaminata dal punto di vista biologico, sociale, ecologico e tecnologico. Questa visione si sofferma sui cambiamenti dell’epoca che attraversiamo, riguardanti il modo di rapportarsi alle cose da parte del soggetto, il quale riconosce di non essere più il padrone di ciò che lo circonda, e analizza la nuova modalità di interfacciarsi all’ambiente, agli esseri non umani, e alla tecnologia, sempre più presente nella sua vita, sia come rete che come intervento effettivo nella sua biologia. L’obiettivo dell’analisi postumana è quello di incanalare il soggetto verso una responsabilizzazione etica concernente le manifestazioni della modernità.
L’album affronta anche altri argomenti di tipo esistenziale o emotivo, alcuni dei quali ispirati a vicende particolarmente dolorose vissute dagli autori durante la stesura delle canzoni.

Anticipato dall’ uscita del videoclip del brano Nite Rite(ispirato liberamente alla sigla del famoso serial “True Detective”), e dal successivo singolo Tide, rispetto al primo album, gli Ash Code hanno cercato di utilizzare strumenti differenti come theremin e rumorosi synth analogici DIY per cercare di andare oltre il suono standard delle produzioni darkwave.
Il lavoro consiste in 12 tracce molto diverse tra loro, che trasportano l’ ascoltatore in un mondo oscuro ma in cui è presente un’ ampia gamma di moods.

L’ artwork è stato curato da Sandra Roczeń, visual artist polacca da sempre vicina alla band e per la quale ha progettato la copertina e scattato foto per il package muovendosi tra Berlino e Varsavia.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati