Non sono benedetto da una grande voce, sono uno che lotta per arrivare alla fine di una canzone, ma essere una one man band conferisce una grande indipendenza artistica. Così, nell'estate del 2006 ho deciso di fare tutto da solo, dando vita al progetto Atròphia. Il sound è strutturato su ritmiche scarne e ripetitive, sulle quali sono cucite ritmiche scarne, minimali e suoni cupi e nervosi, con...

Pagina gestita da