Disco del giorno
album Solastalgia - Berg
Berg
Video
0
Concerti
0

Tracklist

00:00
 
00:00
Leggi la recensione

Descrizione

​L'EP, così come il nome del progetto stesso, è incentrato sul tema del confine. E lo racconta attraverso vari punti di vista: una storia di ​due ​migranti innamorat​e​ ​in fuga da paesi disastrati ​(Run​)​,​ il potere sconfinato della bellezza (Vivien), la difficoltà nel delineare in quale luogo, reale o immaginario, sia possibile sentirsi in pace col circostante (Dreams), l'invito ad oltrepassare i confini imposti dallo stereotipo del proprio genere (Wrong​)​, ​per poi approdare alla proiezione di uno ​​scenario ambientale-religioso (Ice​):

"Yes, they called it
the pole of our globe;
and the whitest men
saw without eyes:
the only paradise
was made of melting ice."

Da un lato i confini politici (in Europa per esempio) vanno innalzandosi; d'altra parte gli iceberg dell'Artico vanno sciogliendosi. Due fenomeni tra loro indipendenti?

​"​Solastalgia" è un neologismo coniato dal filosofo e docente di sostenibilità australiano Glenn Albrecht. Deriva da solacium (conforto) e algia (dolore) e definì la nuova parola come "nostalgia di casa che si prova quando si è ancora a casa". Egli spiegò che questa forma di nostalgia che una volta era diffusa soprattutto tra persone che vivevano in zone di sacrificio, come ad esempio le terre deforestate​ o zone estrattive​, stava rapidamente diventando un'esperienza umana universale, poiché ​lo sconvolgimento climatico crea una trasformazione in qualunque luogo viviamo. Il concetto è stato ampliato da Berg anche al tema del corpo, in quanto il proprio corpo può diventare irriconoscibile ai propri occhi, se costretto all'interno di aspettative​.

Credits

​Tutti i brani sono stati scritti, arrangiati, prodotti ed eseguiti da Luca Nistler​.
Registrati, co-prodotti e mixati da Antonio Polidoro presso Blap Studio.
Nell'album, in collaborazione con Damon Arabsolgar (Pashmak), mi sono avvalso di un rivestimento sonoro in "Wrong", "Run" e "Vivien".
Masterizzazione: Francesco Borrelli
Artwork, logo e grafiche: Alberto Martorana
Etichetta discografica: Sangue Disken

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati