Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione

Non puoi evitare di far parte del sistema, ma puoi controllare e scegliere i modi della tua presenza. Abbiamo deciso di esprimerci proprio così, cercando la maniera più libera di suonare quello che volevamo, non abbandonandoci a nessun genere già etichettato, ma proponendo la nostra musica in modo personale. Il nostro disco abbraccia sonorità ska, punk, reggae, disco, country, swing, con cambi di ritmo e salti di tempo senza soluzione di continuità (noi lo chiamiamo “Barracuda Beat”), che si mescolano a testi attuali, spesso filtrati da una vena ironica che portano il dissenso per la condizione del nostro Paese.La libertà degli anni ’70 è tutta nel sound: non c’è traccia di quantizzazione del tempo, non ci sono equalizzazioni estreme, non ci sono artefatti. Il disco vuole essere vivo, pulsante, quasi “umano”.>>

Credits

Hanno partecipato al disco anche Olly Riva in “Wake up”, Maurizio Affuso in “Antica terra del dubbio”, Lene in “Se domani” e Skandi in “Ain't nobody here but us chickens”.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati