Il magazzino di Lorenzo, la sera, è sempre pieno di amici, si ride, si scherza, poi man mano tutti se ne vanno. E si resta solo in tre. Allora si prendono in mano le chitarre, si suona acustico, l’ora tarda non permette frastuono, si beve un simbolico caffè, si improvvisa, si è avvolti dalla voglia di non avere limiti. Matteo e Lorenzo si conoscono bene, dai tempi del liceo, suonavano già...

Pagina gestita da