Dainocova, al secolo Nicola Porceddu, è un cantautore polistrumentista nato a Cagliari nel freddissimo Gennaio del 1977. Il suo primo vagito musicale, a spese della madre Lina, lo incide direttamente su nastro cancellando un intero disco di Battisti, successivamente seguendo un impellente bisogno di elettrificare una chitarra classica distrugge l'impianto Hi-Fi del padre Leonello che fin da ragazzo coltiva la passione per la cultura rock popolare. Per ovviare al problema a Nicola, ormai tredicenne, viene regalata la prima chitarra acustica e nella stessa estate viene concessa una sala prove in mansarda dove si trasferisce, forma le prime band e scrive i suoi primissimi brani. Diviso tra il suo microcosmo in alcova, la strada e il randagismo campagnolo negli anni a venire iniza a suonare e collaborare con svariate band della scena noise e indipendente sarda tra cui i futuri Trees of mint, Hola la Poyana, Diverting Duo fino al 2003, anno in cui Nicola scrive e registra una serie di brani pop low-fi ed inizia ad esibirsi sotto il nome d’arte di Dainocova.

Fino al 2008 viaggia per l'Europa dai Paesi dell'est fino a Parigi, passando per Vienna e la Germania. Successivamente si trasferisce per un anno in Australia, per due ad Atene e infine a Torino dove collabora con cantautori come Stefano Amen e Matteo Castellano, continua a comporre, affinando le tecniche e includendo ciclicamente la pittura che ne completa l' immaginario.

Nell'autunno del 2012 esce “ FUGA DA SCUOLA" il suo primo disco in studio. Nove brani d'autore in chiave pop rock resi eccellenti da una scrittura poetica, trasversale e molto personale, tra questi anche il brano Perso in campagna con cui è stato artista della settimana su MTV new generation.

Il disco uscito per Moka Produzioni è stato registrato da Gabriele Boi (ex Rippers, Mojomatics) in una cornice molto suggestiva, lo Sleepwalkers studio, ex location storica dell' Here i stay festival e locale che in Sardegna per anni ha ospitato alcuni tra i migliori nomi nell'ambito indipendente sia a livello nazionale che estero, successivamente è stato missato al Natural head Quarter di Manuel Fusaroli (Max Stirner).

Per Dainocova seguono anni di intensa e variegata attività live, mini tour in penisola e una continua attività artistica multimediale. Nel Gennaio 2016 pubblica il suo secondo disco intitolato Dark Tropicana. Registrato da Mattia Coletti il disco contiene dieci brani inediti eseguiti in diretta con voce, chitarra acustica e viene arrangiato con poche ed essenziali texture di chitarra elettrica e suoni acusmatici che fanno da sfondo ad un passo ulteriormente distintivo nei suoi testi

Nel 2017 allestisce il suo Blu Moka Studio dove inizia a produrre in maniera autonoma e fuori da necessità discografiche brani come Tombe dei Giganti, mentre nell'estate 2017 registra in compagnia di Luca Gambula e Mirco Pilloni dei Flying Sebadas un Ep intitolato "Oggi che giorno è" in uscità nel Febbraio 2018