Leggi la recensione

Descrizione

Musico e cerusico, cantore e dottore, Davide Castrogiovanni porta in scena il suo personale rimedio contro l'illusione della vita e la delusione dell'immaginazione: diverse dosi di pop d'autore per curare tremori di spirito, sognatori sfranti e vicissitudini cardiovascolari, tutte raccolte in un disco dal titolo sibillino: “Chi ha accecato Polifemo?”. Questo esordio autoprodotto fotografa la caleidoscopia pop della sua terra, in bilico tra radici e modernità: il bicchiere condiviso, il sole che si scioglie sulle piazze, l'odore antico e multietnico di cibo, sesso e verità che rimbomba nei cortili, la frenesia del traffico, dei tempi e dei sentimenti.

Credits

Questo disco è interamente autoprodotto in casa tra amici, tra le famose campagne di Milazzo e la ridente decadente Catania.

Commenti (2)

Carica commenti più vecchi
  • Miky Cipolla 04/06/2015 ore 13:18 @mikycipolla

    Il disco siculo dell'anno!!!Non si può fare a meno di ascoltarlo dal primo all'ultimo minuto...Da servire con un bicchiere di vino rosso!!!:D

  • zampattolo 09/06/2015 ore 16:57 @zampattolo

    Vorrei soffermarmi sull'ultimo pezzo di questo meraviglioso album perché trovo sia la sintesi del Castogiovanni nel qui ed ora.
    "La tua identità" è un pezzo dall'atmosfera mistica. Mi ricorda il Giovanni Lindo Ferretti nella metamorfosi Per Grazia Ricevuta.
    La traccia descrive un Peter Pan della nostra epoca. Adagiatosi nella ricchezza; che ha vissuto al di sopra delle cose del mondo terreno. Le sue ali lo hanno condotto in compagnia di pirati, Indiani, sirene e fate. Sino all'Isola che Non c'è: la Sicilia, isola di tanti "mai nati"; Limbo di anime che con quel fare materno un po' rude svezza il nostro Peter Pan disabituandolo dal vizio del lusso, dandogli un'identità un po' più terrena.
    Egli non ha età come qualsiasi figlio agli occhi del proprio genitore. Tra le note di questa canzone trapela l'impronta paterna del Castrogiovanni (che tra qualche mese diventerà Papà per la prima volta) fatta di cure attente, moniti, preoccupazioni e amore per un figlio dall'animo insostenibilmente leggero per adattarsi al crescente materialismo moderno.

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati