La data di nascita dei Droning Maud, gennaio 2006, coincide con la stampa di un’originale rilettura cronologica di tutte le avventure vissute dal marinaio di Hugo Pratt…Corto Maltese e con il recupero di un mondo in cui l’industria e il calcolo non precludono gli spazi dell’avventura romantica. Nel marzo del 2007 in una successione di tempi e luoghi sempre più sospesi tra realtà, sogno e fantasia Maurizio Tavani (voce e chitarra), Vincenzino Tavani (batteria), Massimiliano Leonardi (basso), Andrea Tempesta (chitarra), Marco Franchi (chitarra), si autoproducono un cd-demo e lo registrano presso l’ACME Recordings Studio di Davide Rosati, contenente quattro brani... acclamati dalla web’zine Rockambula che senza alcun indugio proclama i Droning Maud band del mese! Di lì a poco le avventure si susseguono…sono settimane di viaggi incessanti: approdano alle fasi finali del Labaro Rock Festival e del Roadie Rock Festival…partecipano e vincono il primo premio del concorso Popoli Sound, dividono il palco del Sulmona Rock Festival con i Marta Sui Tubi, ottengono la produzione e la promozione di un Ep con l’etichetta discografica U.D.U. records…la giuria è presieduta da Michele Muti! Poi finalmente un po’ di calma…fino all’aprile del 2008 quando i cinque ragazzi della Valle del Salto si piazzano secondi alle finali regionali di Italia Wave suscitando non poco interesse tra gli addetti ai lavori. Lo stesso mese partecipano al concorso Primo Maggio Tutto L’Anno, la rassegna che porta i gruppi emergenti sul prestigioso palco di Piazza San Giovanni in Laterano e sono scelti per rappresentare l’Abruzzo nella finale nazionale. Il 21 agosto del 2008, a circa un anno di distanza dal Sulmona Rock Festival, viene presentato alla stampa il loro primo Ep dal titolo The World of Make Believe, realizzato in collaborazione con Associazione Progetto Musica e U.D.U. records.