Egle Sommacal, chitarrista-compositore, nasce a Belluno, 1966. Inizia a fare musica circa nel 1981 in formazioni varie. Fondamentalmente autodidatta, si interessa a varie forme musicali e alla ricerca di un suono e di un modo personale di suonare la chitarra elettrica. La prima prova discografica è con il gruppo Detriti, formato da strani personaggi dell’area bellunese. Negli anni di questo progetto musicale, si trasferisce a Bologna, dove tuttora vive, e poco dopo entra nei Massimo Volume con i quali incide 4 dischi e firma la colonna sonora del film “Almost Blue” di Alex Infascelli (2001). In questi anni, sono molte le collaborazioni, tra gli altri: Steve Piccolo, Giancarlo Onorato, Lalli, Starfuckers, Moltheni, e l’accompagnamento musicale dei readings di Emidio Clementi. Nel 2001, allo scioglimento dei Massimo Volume, entra nella formazione italo-francese degli Ulan-Bator con la quale registra “Nouvel Air”. Contemporaneamente forma, con musicisti dell’area bolognese, il gruppo Marsela, con il quale produce un 7’. Partecipa al progetto di Vince Vasi QY e ai reading di Wu Ming II, compone musiche per corto e medio metraggi (“Il grande Anarca” presentato al Festival del Cinema di Venezia, fuori concorso), documentari e spot pubblicitari. Negli ultimi due anni, il suo interesse per la chitarra acustica, per le tecniche di fingerpicking trasportate anche sull’elettrica, una certa passione per l’American Primitive guitar di John Fahey, si traducono in una ricerca personale, seppur legata alla tradizione. Ricerca che trova il suo approdo in “Legno”, esordio da solista per sola chitarra acustica, in uscita a Gennaio 2007 per Unhip Records.