Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Mi piace definire questo album come un rudimento, un esordio di un nuovo genere che potrebbe chiamarsi "post-rap". Il desiderio è il vuoto, la fantasia di abitare il nulla, sono i punti cardine delle liriche. I suoni che accompagnano le parole sono la calligrafia dell'istinto.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati