Tracklist

Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Ritornano gli Esquelito con un nuovo lavoro in studio intitolato "Youwho", registrato a Milano presso il Tune studio con la supervisione artistica di Sergio Carnevale.
La banda riprende il discorso dove si era interrotto il precedente "Banananas" (2012), dal pop al punk, passando per il post-rock e i ritmi funk.
Si ricomincia proprio dall' inno post-folk che porta il nome della band "Esquelito" che negli arrangiamenti riprende la precedente versione presente su "Banananas" ma che risulta più incisiva e tirata, molto più vicina alla versione dal vivo del brano.
Si continua con "Eternit Love", primo singolo estratto con annesso videoclip. Sopra una base ritmica secca e decisa si sviluppano varie influenze post-punk e funk. Il testo scarno e ripetitivo entra nella testa e fa muovere le ossa, ricordando a tutti quanto l'amore, non solo quello tra due esseri umani, possa essere tossico e nocivo ma che, nonostante questo, è fondamentale nella nostra esistenza.
Segue la tropicale e calda "Monkeyz", con un ritornello pop, semplice e accattivante che riprende le mosse dal finale di "Esquelito", in mezzo c'è tanta roba, dalle ritmiche caraibiche delle strofe fino al punk del primo stacco e al western dell'intermezzo. Le liriche allucinate ci portano nel mondo di Esquelito, lo spirito guida della banda, ad affrontare il famigerato Chupacabras.
"One Million" parte lenta e suadente, con feedback e arpeggi, fino al ritornello punk e urlato, con un susseguirsi di domande e risposte, la cui unica risposta è la ribellione urlata nel finale del brano.
"Weekly Leaks" è il brano più pop del lotto, un crescendo lento e sinuoso, melodico ed emozionante, ricco di arrangiamenti e suoni. Sembra di guardare attraverso il finestrino di un pullman in Chiapas e di vedere le rocce che sfrecciano affianco veloci, creando una strisciata. Come nel precedente anche in "Youwho" vengono ripresi i temi del viaggio messicano, stavolta però in modo più intimo, legato maggiormente alle sensazioni del viaggio piuttosto che al racconto dello stesso.
La musica degli Esquelito è legata in modo indissolubile all'immaginario che crea, è una musica fatta per creare emozioni e visioni, ricca e melodica o schietta e diretta assecondando lo spirito piuttosto che la testa.

Credits

esquelito - youwho
(ep 2013)

produzione artistica: Sergio Carnevale, Esquelito
testi: Riccardo Puntillo
musica: esquelito

esquelito:

Riccardo Puntillo: voce principale e batteria
Edoardo Puntillo: basso e cori
Pietro Galli: chitarra e tastiera
Leo Benedetto: chitarra e cori
Sergio Carnevale: percussioni "Esquelito", "Eternit Love", "Monkeyz" e "Weekly Leaks"

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati