Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Canzoni per esseri umani​ è il quarto album di studio di esterina.
Otto canzoni diagonali, tra post rock e canzone che si collocano nella quota biodiversa del panorama musicale italiano.
La band toscana, che ha fatto della sua autonomia musicale un elemento imprescindibile del proprio stile, tira dritto per la sua strada pubblicando un disco che cerca un modo originale di raccontare il proprio tempo, il dolore, la solitudine e il paradigma del bene.
In Canzoni per esseri umani ​c’è più elettronica che in passato, ci sono i fiati e ci sono le parole accurate nella narrazione delle storie minime.
Per la prima volta in un album di studio troviamo una collaborazione ed è quella con Edda​.
Il primo singolo estratto da CPEU, Santo amore degli abissi,​ è un brano atipico nella produzione della band di Massarosa che si basa su un ostinato di synth analogico che prima di adesso non aveva mai avuto un ruolo così centrale in una loro canzone. Proprio per cercare il giusto equilibrio tra il sound della band e quest portante più nord europea il pezzo è stato mixato da Gareth Jones, esperto produttore di band come Depeche Mode, Interpol, Mogwai ma anche Nick Cave, Grizzly Bear e Yann Tiersen.
Considerata dalla critica musicale una delle voci più originali del panorama indie italiano Canzoni per esseri umani​ è stato prodotto registrato e mixato con Marco Lega​ (CCCP, Marlene Kuntz).

Credits

esterina
fabio angeli
voce, chitarre, elettronica, diamonica, basso
massimiliano grasso
piano rodhes, synth, elettronica, voce, flauto dolce
giovanni bianchini
batteria

lorenzo del grande
vibrafono in “esterno notte”
clarone in “più di me”
andrea marcori
basso in “chiamarsi” e “cometa”
daniele pacini
basso in “meraviglia normale”, “te e io”, “sì che lo merita”
francesco lorenzetti
basso in “più di me”
michele vannucchi
basso in “esterno notte”
giuseppe angeli
tromba e flicorno
luca bellotti
sax

Prodotto da esterina e Marco Lega
Registrato da Marco Lega presso Blue Velvet Studio Grassina (Firenze)
Altre tracce registrate da esterina presso Rietto Studio, Massarosa (Lucca)
Missato da Marco Lega presso Blue Velvet Studio Grassina (Firenze)
ad eccezione di “Santo amore degli abissi” missata da Gareth Jones presso Strongroom (Londra)
Masterizzato da Tommaso Bianchi presso White Sound Mastering (Firenze)
Produzione esecutiva Paolo Favati per Pippola Music
Artwork Genau
Foto Alessandro Puccinelli

Commenti (3)

Carica commenti più vecchi
  • Michele Maraglino 17 giorni fa @maraglinomichele

    ragazzi ma questo disco è meraviglioso!!!

  • Paolo Senesi 15 giorni fa @paolos68

    Uno dei 3 migliori gruppi italiani in circolazione!

  • Tiziano Bonelli 7 giorni fa @info15

    Bravi ragazzi...
    Più maturo, più diretto.
    Belli gli ambienti che lasciate all'immaginazione
    Ottimi i suoni e gli arrangiamenti
    Non vedo l'ora di rivedervi dal vivo !!!
    Spero presto.
    Continuate così. .. ma sono certo che lo farete !
    Tiz

Aggiungi un commento:


ACCEDI CON:
facebook - oppure - fai login - oppure - registrati