Dopo essere rimasto per più di un anno al primo posto della classifica nazionale e mondiale di Vitaminic, nel 2002 il demo della canzone Cre matein viene scelto da Michael Pergolani e Renato Marengo che lo trasmettono in Demo, la popolare trasmissione di Radio 1 Rai. La canzone è ascoltata da Paolo Dossena, produttore della CNI – Compagnia Nuove Indye (etichetta romana di Almamegretta, Agricantus, Sud Sound System, Teresa de Sio, ...) che mette sotto contratto Paolo Farina e produce il suo cd dal titolo Etnoritmo Sitanafri, straordinario esempio di musica etnica e contaminazione tra generi e culture musicali diverse. L'anno successivo, la canzone Cre matein è inclusa nel cd compilation di Rai Trade intitolato The Best of Demo, in cui insieme ai demo di alcuni artisti emergenti sono presenti quelli di Edoardo Bennato, Enrico Ruggeri, Niccolò Fabi, Litfiba, 99 Posse e 24 Grana. /// DISCOGRAFIA ETNORITMO: Etnoritmo Tondomondo - UdU Records – 2008 // The Best OF Demo (CD Compilation AAVV) - RaiTrade/Edel – 2003 // Etnoritmo Sitanafri – CNI (Compagnia Nuove Indye) - 2002 /// Anche se la maggior parte dei musicisti di Etnoritmo proviene dalla Puglia, la loro musica non ha quasi niente a che fare con la pizzica e la taranta: si tratta essenzialmente di canzone d'autore, cantata in gran parte in dialetto della provincia di Bari, con arrangiamenti che fanno riferimento non solo alla musica etnica del Sud Italia, del Nord Africa e del Vicino Oriente, ma anche al rock, al reggae, al blues ed alla musica elettronica. I suoni acustici, elettrici ed elettronici (flauto traverso e ottavino, chitarre acustiche ed elettriche, contrabbasso e basso elettrico, percussioni e batteria, tastiere e campionatori), i 9 elementi del gruppo (di cui 3 donne, ed un'età compresa tra i 25 e i 50 anni), la provenienza geografica (che va dai pugliesi doc ai pugliesi-milanesi ai lombardi doc) fanno degli Etnoritmo un ensemble che basa la propria forza sulla ricchezza della varietà e della diversità, del "Tondomondo", appunto, titolo dell'ultimo lavoro del gruppo.