Eva Milan - Prigioni testo lyric

28/03/2015 - 23:58 Scritto da Eva Milan Eva Milan 1

TESTO

Tutte le mie prigioni
bruciano nel mio corpo
Oltre le mura scorre
la barbara normalità
Condannata al silenzio
la grande solitudine
Tutti i miei demoni
cantano liberi
(Questo è il punto in cui
la preda non ha scampo
L'innocente muore
del suo stesso inganno)

La riabilitazione
è un atto dovuto
alla civiltà dei mercanti
che ti riciclerà
Una cella sempre più stretta
la tua oasi di libertà
Non conoscerai
tutti i miei demoni
Non entrerai mai
nella mia prigione

Il mondo sta crollando
Sento tutto il suo peso
Le mie certezze ora
sono solo catene
Tutti i miei tribunali
sentenziano contro di me
Non uccide il dolore
ma il furto della dignità

Eravamo santi, poeti e naviganti
Nel mondo virtuale fummo guerrieri
Eravamo santi, guerrieri e naviganti
La guerra della rete ci fece ostaggi
Salvi i disertori con l'arma del silenzio

La guerra era virtuale ma il sangue fu reale
Costi quel costi non siamo più disposti
Costi quel costi non siamo più disposti

CREDITS

Musica e Testo di Eva Milan Voci, Chitarre, Basso, Virtual Drums, Synth: Eva Milan

PLAYER

Premi play per ascoltare il brano Prigioni di Eva Milan:

ALBUM E INFORMAZIONI

La canzone Prigioni si trova nell'album Kali Yuga uscito nel 2014 per Seahorse Recordings, Audioglobe.

Copertina dell'album Kali Yuga, di Eva Milan

---
L'articolo Eva Milan - Prigioni testo lyric di Eva Milan è apparso su Rockit.it il 2015-03-28 23:58:55

COMMENTI

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia