Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Il 9 marzo è uscito​"Alma", il secondo album di Frida Neri, che esce a distanza di sette anni dal precedente omonimo.
Un disco molto diverso dal precedente, che abbraccia le esperienze e prospettive maturate in un tempo denso di stimoli ed incontri. Le tredici tracce includono canzoni e versi, perché Alma è un progetto complesso e interdisciplinare. Infatti, a comparire in piena copertina è il cavaliere d'argento della talentuosa artista Gesine Arps.

​Ad aprire l'album dopo i versi del poeta Loris Ferri che accolgono l'ascoltatore, c'è "Aida", un canto che racconta per immagini ​il nostro paese ed il legame indissolubile fra chi conosce e chi è conosciuto. L'album continua presentando brani che spaziano tra meravigliose cantate in antichi dialetti ​come il griko ed il napoletano: sono musiche fatte di mare e nostalgia, inni all'amore​, canzoni come strumenti per trasformare il dolore in bellezza. ​Brani originali, reinterpretazioni e omaggi - come quello fatto al mondo del gregoriano, fonte della musica d'occidente.

Il Portogallo di "O meu canto", la Grecia di "Parapono" ed il nostro sud: terre dove la lentezza permette all'anima di esprimersi. E per evocarla più forte, sono stati scelti strumenti antichi e particolari; anch'essi provenienti da paesi tanto diversi: dagli strumenti a fiato come duduk, moxeno, sicus, quenacho a quelli a corda come oud, hackbrett, ronroco; insieme alle percussioni come bombo, darbouka, riq, daff, udu.

Tanta eterogeneità riesce ad unirsi in un vero e proprio suono unico, grazie alla bravura dei musicisti e alla scelta dei brani.

Un altro aspetto in sintonia con l'approccio del disco è stata la scelta di produrre e stampare il disco attraverso la rivoluzionaria via del crowfounding: la campagna sulla piattaforma di musicraiser è terminata con successo lo scorso 31 marzo.

Lo scorso 11 marzo "Alma" è stato presentato nella capitale, con uno spettacolo condiviso ed intimo, presso il teatro Arciliuto; ospiti della serata sono state le cantautrici Chiara Morucci, Alessandra Parisi ed il cantautore e bluesman Lino Rufo.

Credits

Tracking list

Aida
Il canto delle lavandaie del Vomero
Canção de embalar
Are mou rindineddha
Maria Faia
O meu canto
La canzone dei Sanfedisti
As ilhas afortunadas
Para pono
Io ero una terra...
Aida#2 (feat. Massimo Zamboni)

Musicisti e strumenti

Frida Neri voce
Antonio Nasone - chitarre
Fabio Mina - flauti
Enea Sorini - voce hackbrett tamburello daf
Peppe Frana - oud
Francesco Savoretti - percussioni
Hilario Baggini - quenacho ronroco bombo moxeno
Elisabetta Del Ferro - viola da gamba
ospite
Massimo Zamboni - chitarra elettrica

Ringraziamenti:
Loris Ferri Carla Fucci Gesine Arps

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati