album Canzoni per una psichedelia nera Fujakkà

Fujakkà Canzoni per una psichedelia nera

compra

2019 - Psichedelia, Folk, Post-Rock

Tracklist

Ascolta su: Apple Music Amazon Music Tidal
00:00
 
00:00
Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Canzoni per una psichedelia nera è la colonna sonora del primo lungometraggio di Fujakkà, Una psichedelia nera, diretto da Stefano V. Cipressi. Stefano, tra gli autori dell'album, scrive: «Non saprei dire quali immagini pensate per il film abbiano influenzato l'album e viceversa. Il film e il disco sono cresciuti insieme, si incontrano in alcuni punti e in altri prendono strade parallele.
«L'album è un insieme di canzoni nate sulla chitarra acustica nel chiuso di un appartamento e sviluppate ognuna seguendo una suggestione diversa, peculiare: ad esempio The Glassy Stone è una canzone intima e spoglia, di voce e pianoforte, Nutopia (take a chance) è una canzone rock, un'esortazione alla pace dedicata a Lennon, piena di chitarre che si sovrappongono. C'è Where to go, un canto quasi disperato tipicamente folk, di chitarra acustica e armonica e The summer of Love che si accende a poco a poco tra synth, corni francesi e sassofono.
«In Canzoni per una psichedelica nera, la voce di Lavinia Patera e le sovraincisioni di Samuele Cima contribuiscono a far muovere il disco da una quiete armoniosa a un campo di suoni nervosi, profondi. Mi pare suoni omaggiando, nel suo piccolo, gli ascolti di un decennio, dai Beatles a Dylan alla psichedelica.
«I testi raccontano la traiettoria del film: sono scritti sullo sgomento dato dallo stato di cose, sulla paura e lo smarrimento. I personaggi raccontati nelle canzoni attraversano deserti, città allucinate, stanze d'albergo, hanno visioni di tempi migliori e utopie realizzate. Scolpendo il blocco di marmo del loro caos, ridefiniscono la propria identità, il loro sogno.
«È un disco nero che va però verso il bianco, un concept album il cui tema non è il nichilismo o la sconfitta, ma l'opportunità data dal viaggio, la forza che si ritrova in un momento, il raccoglimento che prepara la partenza».

Credits

Musiche e testi Stefano Virgilio Cipressi
ad eccezione di Koinè, scritta da Francesco Berrafato e Giulia Grassi
Arrangiamenti Stefano V. Cipressi e Samuele Cima
Registrato e mixato presso l'ACM Studio di Ciampino (RM) da Samuele Cima
Prodotto da Samuele Cima per Fujakkà Lab e ACM Studio
Mastering Samuele e Alberto Cima
Grafica e illustrazioni Simona Settembre

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Pannello

    La musica più nuova

    Singoli e album degli utenti, in ordine di caricamento

    vedi tutti
    Cerca tra gli articoli di Rockit, gli utenti, le schede band, le location e gli operatori musicali italiani