L'evoluzione sonora dall'animo innovativo, sperimentale ed eclettico che attinge linfa dalle radici nel noise di fine millennio.

F u k j o è l'evoluzione sonora dall'animo innovativo, sperimentale ed eclettico che attinge linfa dalle radici nel noise di fine millennio.

Un'idea nata dalle precedenti collaborazioni del trio Giuseppe Dagostino, Enzo Cannone e Giuseppe Perrone, tre giovani musicisti pugliesi.
Al lavoro intrapreso, dal punto di vista compositivo, da parte di Dagostino (voci, chitarre) e Cannone (cori, basso, synth) cominciato nella primavera del 2011, si aggiunge la carica ritmica del batterista Perrone che dato al progetto le giuste peculiarità ritmiche.

Sonorità aspre e dolci melodie si amalgamano per dare vita ad una potenza musicale di tutto rispetto.

Le prime apparizioni della band avvengono nell’estate 2012, presentandosi sul palco dell’Indigesto Art Festival, riscuotendo un discreto successo nel pubblico presente. I seguenti live di spessore danno consapevolezza alla band, la quale decide di portare a termine gli arrangiamenti degli ultimi brani che avrebbero completato la tracklist dell’album.

Nei mesi a seguire entrano in studio per lavorare al disco di debutto “Wasabi” pubblicato in collaborazione della Enter il 14 ottobre 2013, registrato presso lo studio del “Laboratorio urbano Exopera, luogo dato al pubblico estro” e mixato e masterizzato presso lo studio del CSOA OFFICINA99 di Napoli.

“I Fukjo, in sostanza, usano sonorità nervose e le mescolano con melodie delicate e sognanti, come se sul disco cadesse un velo di zucchero“
[fonte: Impatto Sonoro]

Il loro lavoro vanta l’apporto delle sonorità “estatiche” e “cosmiche” delle voci di Lisa Masia e Marina Cristofalo, ovvero le Lilies On Mars, le due musiciste italiane di stanza a Londra creature del maestro Franco Battiato e l’intimo passaggio d’apertura di un brano, in una decantazione di parole di Pasolini, del leader de Il Teatro degli Orrori, Pierpaolo Capovilla, che apprezzando il lavoro della band si è reso disponibile alla partecipazione.

Tra il 2013 e il 2014, condividono il palco con Paolo Benvegnù, Nastenka aspetta un altro, Lilies on Mars, We love you, Pierpaolo Capovilla, Emidio Clementi. Si esibiscono in diversi live club sparsi nelle principali città italiane (Milano, Napoli, Bari, Lecce, Civitanova Marche, ...)
Partecipano alle finali regionali di Italia Wave 2013 e per le selezioni regionali di MarteLive 2014.

Nell'estate del 2014 Giuseppe Perrone lascia la band e viene sostituito da Paolo Battaglino (chitarre, violoncello, tastiere).
Dopo una pausa dedicata alla realizzazione dei nuovi brani e
il 22 Aprile 2016 pubblicano in esclusiva per Rockit il primo estratto del nuovo album, dal titolo Viola.

La band nell'autunno 2016 entra in studio per produrre il secondo lavoro, con un nuovo innesto alla batteria: Gianluca Salvemini.

Quello che mi do Ep, in uscita nell'inverno 2017 è registrato e mixato da Giulio Ragno Favero presso il Lignum Studio, masterizzato da Andrea De Bernardi presso lo studio Eleven Mastering, è prodotto in collaborazione dell'Associazione Ulisse.