Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Tra abissi e apnea, creature marine e atmosfere subacquee: nasce così “Dietro un’onda dell’oceano”, la nuova release del giovanissimo cantautore Giovanni Conelli. Quattro brani in cui immergersi, nuotando da un pezzo all’altro ad occhi chiusi.
In copertina la celebre “Grande onda” del pittore giapponese Hokusai ci trascina tra i flussi di un lavoro fragile e minimale, dove la pulizia del suono si fonde con una cura artigianale. Il packaging trova ispirazione nella delicatezza degli origami e dona il piacere di scoprire al suo interno, come in un biscotto della fortuna, una citazione dell’autore. Ogni copia, numerata a mano e a tiratura limitata, è diversa dall’altra. Un pezzo unico, come unica è l’esperienza dell’ascolto.

Se la semplicità è la sofisticazione suprema, Giovanni Conelli lavora sulla sottrazione di suoni: le parti strumentali lasciano il posto a computer, synth ed effetti vocali, dando vita a una perfetta fusione tra testi cantautorali e sound elettronici che sorprende per intensità e armonia.

L’EP si apre con un’intro strumentale che concettualmente anticipa e sintetizza l’intero lavoro: un omaggio essenziale e coinvolgente a “La Tempesta” di Shakespeare. A seguirla arriva il singolo “Oceano”, accompagnato dallo splendido video realizzato da Alessio Avino, regista dei “Die Blaue Blume”. Dall’impeto dell’onda al disfacimento delle rocce, all’erosione lenta, alla fragile bellezza del disfacimento. “Deserti” contiene l’incanto di tre suoni che si sorreggono a vicenda, un ricamo lieve costruito attorno a quello –molto labile– che sembra evocare un campanello da meditazione.
Come un unico flusso, si nuota fino a “L’elettricità”: un tuffo negli abissi, la corrente ci trascina fino a farci riemergere a Napoli. Un omaggio alla sua anima barocca, alla sua bellezza struggente e imperfetta. A chiudere questo lavoro, lo splendido contributo dei Microlux che remixano magistralmente “Oceano”, regalando al brano le atmosfere nordeuropee e la misurata sensualità che caratterizzano la matrice sonora del gruppo.

Credits

Credits:
Registrato presso lo studio Imaginary Landscape nell'agosto 2014
GIOVANNI CONELLI: Voce e programmazione
MICHELE VOLTINI: additional programming, mixing e mastering

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati