Tracklist

00:00
 
00:00
Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

“RICOSTRUIRE è il mio viaggio nella fragilità. Ne ho osservato le sfumature, colto e trascritto alcuni frammenti, è una metafora di questa fine di anni ’10”.
Anni in cui la natura ha mostrato il suo lato oscuro, anni di terrorismo che ha colpito la metro e gli aeroporti di Bruxelles, anni in cui il sogno europeo sembra aver invertito la marcia: non attrae ma respinge. Il crollo di queste sicurezze si trasmette anche nelle relazioni fra le persone, nell’amore, nella percezione della vita che sembra soffrire dello stesso identico male: la fragilità.
Le canzoni di RICOSTRUIRE sono impronte lasciate in un cammino introspettivo e la voce che le ha cantate riflette lo spirito di questo percorso: è una voce delicata, mai piena, spesso spinta ai limiti ma che spero riuscirà a proteggere e a consegnare integre le emozioni che l’hanno ispirata.
Accanto alla parola ho cercato una musica che fosse sempre carica di energia. Un’energia calma, questa volta, misurata.
Nei miei dischi precedenti ho raccontato storie del secondo dopoguerra e degli italiani nelle miniere del Belgio: storie con un fascino inespresso che ho sentito di dover raccontare.
Per RICOSTRUIRE ho scelto un’altra strada: ho voluto fortemente che la canzone fosse al centro.
Alla fine delle registrazioni di RICOSTRUIRE, e solo poco prima di mandare il disco in stampa, ho capito che la destinazione del percorso che avevo intrapreso è la consapevolezza di voler RICOSTRUIRE. Dopo ogni inciampo.”
Dopo due dischi molto apprezzati dalla critica, entrambi finalisti al Premio Tenco, concerti in tutto il mondo, Giacomo Lariccia con RICOSTRUIRE compie il suo viaggio immobile.
La leggerezza e la positività restano sullo sfondo e lasciano il posto ad una ricerca interiore.

Credits

La sezione ritmica è stata registrata negli Artwin Studiodi Carnières da Mika e Greg Chainis, il pianoforte negli Ibo Studiosdi Roma, gli altri strumenti negli Jati Studio di Bruxelles da Marco Locurcio.
Testi e Musica: Giacomo Lariccia, produzione artistica: Giacomo Lariccia e Marco Locurcio, arrangiamenti: Marco Locurcio, Grafica: Francesco Pirozzi, dipinti di Micael Schepens, stylist: Michela Scavuzzo
Musicisti: Giacomo Lariccia: voce, chitarre acustiche ed elettriche, Marco Locurcio: basso e chitarra elettrici, synth, organo, violoncello, violino, tromba, voci, Jennifer Scavuzzo: voci, Fabio Locurcio: batteria e percussioni, Alessandro Gwis: piano, Nicolas Kummert: sassofono.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati