Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione

DUE NOTE SULL'ALBUM, LE CANZONI E LA LORO PRODUZIONE:

Gianni Resta ha la pelle nera e lo si scorge sin dalla cover. In quest'album si mette a nudo, in copertina, ma soprattutto nei suoi testi, incentrati su un linguaggio semplice e diretto, che senza giri di parole provano a raccontare sempre qualcosa con un pizzico di ironia, cercando di lasciare, al termine dell’ascolto, un bigliettino nella tasca della giacca.
Ecco come Gianni ce li racconta:

1 _ Discorocksupersexypowerfunky
Questo brano, per molti versi, è un po’ la mia Prisencolinensinainciusol.
2 _ Autommobele
“ …Anche le tipe da invasate strillano per salire, ma purtroppo tutto questo a niente mi può servire.”
Ognuno di noi ha il suo status symbol da coccolare o esibire, che ci fa pensare d’avere tutto o di poterlo avere a breve. L’illusione però dura soltanto finchè un faro illumina il paesaggio e scopriamo che quel che c’è rimasto accanto è solo un’autommobele… appunto.
3 _ Dancing like a fool
“Dancing like a fool, balli e ti diverti come uno scemo.
Dancing like a fool, il mondo va a puttane e tu sei sereno.”
4 _ Occhio ai movimenti
“ - Eccoci, che si fa? Partiamo?
Vorresti.. Però chi lo sa se lasciare agli altri il paese è la soluzione. “
5 _ La donna scimmia
Il testo è liberamente ispirato dall’omonima opera di Marco Ferreri, “La donna scimmia”, lungometraggio del 1964 con Ugo Tognazzi e Annie Girardot.
6 _ Vuoi venire a letto con me, stasera?
“Vuoi venire a letto con me, stasera?
Adesso guardo un po’ tra gli impegni che ho..”
E’ tutta solo una questione di organizzazione...
7 _ Holostress
Una canzone in cui, credo, si ritroveranno in molti.
8 _ John Stay in undici mosse - John Stay è Gianni Resta...
9 _ Un luogo comune
“Sono sempre i migliori quelli che se ne vanno
ma questa casa, non è un albergo.”

L’album è masterizzato a Los Angeles da Brian "Big Bass" Gardner, sotto le cui mani sono passati i lavori di Michael Jackson, George Clinton, Donna Summer, Santana, Tina Turner, Beck, Outkast, Christina Aguilera, Patty Labelle, Nelly Furtado e un’infinità d’altri esponenti della musica più amata da Gianni Resta.

In “Discorocksupersexypowerfunky” hanno suonato, tra gli altri:

• Gianluca De Rubertis (Il Genio) - pianoforte e hammond, tracce 1, 4, 5 e 6
• Federico Dragogna (Ministri) - chitarra acustica nella traccia 4 - e Davide Autelitano (Ministri) - coro nella traccia 7
• Doriana Bellani (Orchestra di Sanremo, sul palco con gli U2 per il concerto a San Siro nel 2007) - violino, tracce 1, 3 e 4
• Enrico “Reepo” Beretta (Octopus, Rezophonic) - chitarre in tutti i brani
• Raffaele Kohler (collaboratore di Banda Osiris e Vinicio Capossela) - fiati, tracce 1, 2, 4, 5, 6 e 8
• Il Coro Polifonico dei Bambini dell’Istituto Buon Pastore di Milano - coro, tracce 5 e 8

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati