< PRECEDENTE <

Tracklist

00:00
 
00:00
Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Dal 20 settembre 2019 il nuovo album “Futuro improvviso” di Gianni Togni arriva in tutti gli store musicali per l’etichetta Acquarello e distribuito da Self, nei formati LP e CD, e da Believe in digitale.
Dopo tre anni di lavoro in studio di registrazione, il cantautore romano – autore di grandi successi che hanno segnato la storia della musica italiana e internazionale, come “Luna”, “Semplice”, “Per noi innamorati” – presenta il progetto discografico composto di 10 nuove canzoni di puro pop alternativo, immaginate con spirito libero e indipendente, fatte di poesia visiva e ricchezza sonora. L’autenticità originale fuori da ogni schema e moda del momento è la caratteristica di ogni canzone di “Futuro improvviso”.
“Amo il pop perché mi dà la possibilità di mischiare tanti e diversi tipi di scrittura, cosa difficile da fare quando si insegue un solo genere. E a questa sostanza regalare di volta in volta la forma, quindi sonorità e arrangiamento, che in quel determinato momento credo sia più giusta. E proprio sul pensiero che nell’arte la forma è anche sostanza si basa tutto il lavoro fatto in tre anni per le canzoni di Futuro Improvviso.” (Gianni Togni)
Come emerge chiaramente anche dai versi del primo singolo già in radio “Vado via con me”, i testi dipingono un quadro di pensieri e riflessioni che guardano al domani con spirito di concretezza, perché in fondo ciò che immaginiamo per il domani è già passato. E dobbiamo scoprire e accettare il futuro senza paura. “Il destino a volte è come un aquilone / e cambia direzione / all’improvviso / le delusioni adesso non esistono / sei libera di amare / senza farti male” (cit. dalla traccia n.10 “Sorridi alla tristezza”).
La tracklist completa di “Futuro improvviso” è di 16 tracce. La registrazione di tutti i brani è stata fatta completamente e rigorosamente in analogico, cioè su nastro da due pollici 24 tracce, usando microfoni, effetti e mixer vintage, spesso a valvole, per ottenere un suono caldo, preciso e presente, che è proprio la caratteristica dei grandi album realizzati prima dell’era digitale. E sono stati fatti tre missaggi analogici, leggermente diversi per vinile, CD e download digitale, per andare incontro alle differenti caratteristiche di esperienza di ascolto. Sul vinile sono incise solo le 10 canzoni inedite (5 per ogni lato). Nel CD (regalato insieme al vinile oppure venduto in modo indipendente) si aggiungono 4 versioni acustiche di alcuni brani - in modo da evidenziare chiaramente le differenze di forma - e 2 tracce strumentali inedite dal ritmo blues e con giochi armonici di chitarra. L’album in formato digitale è nella versione completa di 16 tracce.
Anche la grafica, minuziosamente curata da Federico Romanazzo, contribuisce a dare un senso pop e lievemente psichedelico al progetto discografico. Infatti, il libretto di 4 pagine del vinile e quello di 16 del cd contengono entrambi tutti i testi delle canzoni di “Futuro improvviso”, ma con immagini e configurazioni diversificate.

Credits

Musiche e testi: Gianni Togni (escluso: “Senza Un Motivo Apparente” musica di Gianni Togni, testo di Guido Morra e Gianni Togni / “Il Circo” musica di Gianni Togni, testo di Guido Morra)
Edizioni: Acquarello S.r.l. unipersonale
Tutte le canzoni dell’album e del cd sono state registrate e missate, tra gennaio 2017 e giugno 2019, in analogico nello studio R.& B. (Civitavecchia) con Otari MX80 24 tracce, Studer ¼ di pollice, mixer D&R Orion 32+32+24 in line customizzato Harrison style da Bruco Audio Lab.
Arrangiamenti: Gianni Togni (con la preziosa collaborazione di Massimiliano Rosati) / Scrittura partiture e direzione orchestra: Flavio Mazzocchi / Registrazioni e missaggi: Massimiliano Rosati e Gianni Togni
Hanno suonato: Gianni Togni (pianoforte, piano fender, tastiere, cembalo), Massimiliano Rosati (chitarra acustica 6 e 12 corde, chitarra elettrica, bouzouki, guitalele), Luca Trolli (batteria), Marco Siniscalco (basso), Donato Sensini (sax, flauto, tromba, flauto dolce), Alessandro Golini (violino solista), Andrea Tofanelli (filicorno in “Sorridi Alla Tristezza”). Sergio Quarta (percussioni nelle versioni acustiche del cd), Flavio Mazzocchi (moog nel brano strumentale “Start” del cd), Annalisa Becchetti (cori), Rossella Ruini (cori), Fabrizio Palma (cori) / Quartetto archi: Gennaro Desiderio (primo violino), Zita Mucsi (secondo violino), Nico Ciricugno (viola), Zsuzsanna Krasznai (violoncello) / Gli archi del brano strumentale “Progressivamente Blues”, contenuto nel cd, sono stati registrati a Praga
Grafica di copertina: Federico Romanazzo / Fotografie: Laura Camia
Transfer lacca per il vinile: Roberto Barbolini / Masterizzazione cd: Massimiliano Rosati
Affari legali: Antonio Satta (Better Call Satta) / Consigli discografici: Giovanni Poggio / Consulenza artistica: Guido Tognetti
Produzione: Gianni Togni
Ringraziamenti: Tutti i musicisti e gli amici che, in qualsiasi modo, hanno partecipato a questo disco con entusiasmo, impegno e professionalità. Paolo Baldelli, per aver regalato utilissimi e funzionanti strumenti di registrazione vintage.
Riccardo Bruco, per l’impagabile supporto tecnico in studio, insieme alla costruzione di microfoni e preamplificatori valvolari utilizzati nella lavorazione dell’album.

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati