Giò DeSfàa - Ascolta e Testo Lyrics Dunduladundula

Brano

00:00
 
00:00

Testo della canzone

(Testo di Gioele Di Stefano
 - Musica di Gioele Di Stefano e Alessio Belli)

Rettiliani che piàngen in mondovisiòn
gh’è scià ‘na binda dalla mümia per sugàss i occ
smorzum la tele che la diis dumà quel che la vöor
e per la crapa sun restà cui me pensè e i piòcc

In internet al trovi mille verità
complotti alieni a quater màan Tom Clancy - Dan Brown
sun proprj stüff de quatàm i occ cume un cavàll
ma a furia de pensà l'è drèe a sciupàm el coer
(el cö!)

Hai mica un'amaca?

Dundula dundula l'amaca la dundula

i börlen fö i pensè, i ramazzi cul restèll

dundula dundula l'amaca la dundula

se smòrzen tutt i stell, g’ho de saraj in un sidèl

Gh’èmm mai assè de danè per rivà a fine mèes
ma la schedina sèem drè a giugàla j stess
e la sua dona l'è in cumpra che specia 'l so fiö
e lü giò al lagh a fagh el botellòn

Han tajà i spes anca alla sanità
suppòst per tütt anca per cefalea
abituà a ciapalà in del büs del cü,
eh già, ma se servisse la manderemmo giù

E tanto dunda!

Dundula dundula l'amaca la dundula

i sogn’ in del casèt, han purtà via anca ‘l mubilèt
dundula dundula l'amaca la dundula

i börlen fo i pensé, sèem drèe a negaj'n del bücièer

E tanto dunda!

Dundula dundula l'amaca la dundula

i börlen fö i pensè, i ramazzi cul restèll
dundula dundula l'amaca la dundula
stravàcum el sidèl e riapìzum tücc i stell
dundula dundula l'amaca la dundula

i börlen fö i pensè, i ramazzi cul restèll
dundula dundula l'amaca la dundula

rivöri ul me casèt, sun già chi in fila cul biglièt

---------------------------------------------------------------------

Traduzione - Dondoladondola

Rettiliani che piangono in mondovisione

c’è qui una benda dalla mummia per asciugarsi gli occhi
spegniamo la televisione che dice solo quello che vuole
e per la testa son rimasto coi mie pensieri e i pidocchi

In internet trovo mille verità

complotti alieni a quattro mani Tom Clancy - Dan Brown

sono proprio stufo di coprirmi gli occhi come un cavallo
ma a furia di pensare mi sta scoppiando il cuore (la testa!)

Hai mica un’amaca?

Dondola dondola l’amaca dondola

cadono fuori i pensieri, li spazzo col rastrello

dondola dondola l’amaca dondola

si spengono tutte le stelle, devo chiuderle in un secchiello

Non abbiamo mai abbastanza soldi per arrivare a fine mese
ma la schedina la stiamo giocando lo stesso

e la sua donna incinta che aspetta il suo bambino

e lui è giù al lago a fare il botellon

Tagliano le spese anche alla sanità
supposte a tutti anche per cefalea
abituati a prenderla nel sedere
eh già ma se servisse la manderemmo giù

E tanto dondola

Dondola dondola l’amaca dondola
ho i sogni nel cassetto,
mi han portato via anche il mobiletto
dondola dondola l’amaca dondola

cadono fuori i pensieri, li stiamo annegando nel bicchiere

E allora dondola!

Dondola dondola l’amaca dondola

cadono fuori i pensieri, li spazzo col rastrello

dondola dondola l’amaca dondola

rovesciamo il secchio e riaccendiamo tutte le stelle
dondola dondola l’amaca dondola

cadono fuori i pensieri, li spazzo col rastrello

dondola dondola l’amaca dondola

rivoglio il mio cassetto, sono già qui in fila col biglietto

Album che contiene Dunduladundula

album Pécc sota 'l técc - Giò DeSfàaPécc sota 'l técc
2013 - Cantautore, Folk
Vai all'album

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati