Andrea Presciuttini, Massimo Minotti e Anna Luppi si incontrano sul palco per la tourné europea dello spettacolo musicale Dolcemente Complicate nell'estate del 2007: da questa esperienza, dedicata alla canzone d'autore al femminile italiana, che ha toccato Germania, Olanda, Austria e Stati Uniti, scaturisce la voglia di cimentarsi nella composizione di canzoni proprie. Nascono così gli Idramante: il nome, originariamente coniato in occasione di una collaborazione con la compagnia teatrale Teatro Potlach, evoca un'immaginaria città, meta irraggiungibile di un viaggio ideale e fantastico. Nell'autunno dello stesso anno iniziano quindi la stesura e le registrazioni della canzoni che comporranno il primo lavoro della band mantovana: i tre curano tutto in prima persona presso la sala di incisione RT Studio (www.rtstudio.eu), dagli arrangiamenti ai microfonaggi, dalla postproduzione al mastering. L'album nel mio viaggio viene pubblicato nell'aprile 2008 e le 10 tracce in esso contenute sono ispirate a viaggi reali e immaginari, legati tra loro da un filo conduttore sottile, ma sempre presente. L'attenzione per le scelte non convenzionali si riflette nella decisione di organizzare la presentazione presso una prestigiosa galleria d'arte della città dove il gruppo nasce e lavora: Bonelli Arte Contemporanea a Mantova. Dopo il successo di questa prima presentazione, ne seguono diverse altre in Radio, Tv e quotidiani locali. Si interessano alla band positivamente anche alcune webzine e la stampa specializzata. L'album viene distribuito tramite le librerie del circuito Feltrinelli e in altri negozi specializzati del territorio nazionale. Inoltre, in digital download l'album è presente su iTunes e altri portali. Nel maggio 2008 il gruppo viene invitato al Mantova Musica Festival e il mese dopo si reca negli Stati Uniti per una mini-tourné di 4 date. Concerti vengono anche tenuti a Venezia, Bologna, Ravenna, e altre località. All'inizio del 2009 la band realizza il proprio primo videoclip: grazie al regista e fotografo Paolo Barbi, Nascono Soli, una delle canzoni più oniriche e psichedeliche della band, viene magistralmente rappresentata (http://www.youtube.com/watch?v=dHA9GENEwmg). Nel frattempo prendono forma nuovi brani: la ricerca si sposta verso un pop contaminato in maniera più decisa da altri generi, come il rock indipendente. Dopo un periodo di pausa in cui i singoli membri si dedicano a progetti musicali paralleli, la band torna in studio verso fine 2009 per la registrazione di 5 nuove tracce che si avvalgono, come in precedenza, della collaborazione di Massimiliano Perboni al basso e Pietro Benucci alla batteria. Il 2010 si apre con nuovi concerti in cui vengono eseguite anche le nuove composizioni. Un brano degli Idramante, Occhi Grandi, viene selezionato per la serata finale della prima edizione del concorso musicale nazionale "Note Scordate", organizzato da Anmil e Inail: la scelta è effettuata da una prestigiosa giuria formata da Massimo Bubola, Ombretta Colli, Mariella Nava, Enrico Pieranunzi, Piero Pintucci, Tosca, Simone Cristicchi, Silvia Massarelli e Riccardo Sinigallia. Ampio risalto viene dato all'evento dai media di tutto il territorio nazionale. Il 6 marzo 2010 gli Idramante partecipano alla serata finale del concorso presso l'Auditorium del Massimo a Roma, esibendosi dal vivo davanti a un pubblico di circa 1000 persone: il giorno successivo il TG3 nazionale include Occhi Grandi nel servizio dedicato alla manifestazione. L'11 marzo 2010 Gianni Dall'Aglio, storico batterista di Adriano Celentano e Lucio Battisti, invita gli Idramante a partecipare a una serata benefica al Teatro Sociale di Mantova e a dividere il palco con numerosi artisti di fama nazionale, tra cui Max Pisu, i Ribelli, Massimo Luca e Eduardo De Crescenzo. Per l'estate 2010 si prevede un nuovo mini-tour americano che verrà coronato da una session di registrazione nei mitici Electrical Studios di Chicago, nello stato dell'Illinois: fondati da Steve Albini, tra i sound engineer più apprezzati nel panorama mondiale, gli studi hanno immortalato le performance di artisti come Nirvana, Iggy Pop & Stooges, Pj Harvey e molti altri. Le registrazioni verranno incluse nel secondo lavoro in studio della band. Nel novembre 2010 gli Idramante si recano in tour in Spagna per proporre alcuni dei propri brani tradotti in spagnolo: la band si esibisce, in versione acustica, a Malaga, Murcia, Madrid e Barcellona, riscuotendo ovunque successo. Sempre nello stesso mese, Alberto Patrucco, comico celebre per le proprie satire pungenti dal palco televisivo di Zelig, invita gli Idramante ad aprire un proprio spettacolo. Il 6 maggio 2011 esce il loro secondo album intitolato Vite in Scatola.
A ottobre 2012 Andrea Presciuttini è uscito dalla formazione, per dedicarsi ad altri progetti.