Una cantautrice e la sua band

Ila, cantautrice genovese di nascita e giramondo per vocazione, comincia la sua avventura artistica a 17 anni, quando durante una’occupazione scolastica scopre la passione per la musica e da inizio alle prime performance live.
Trasferitasi a Milano nel tentativo di realizzare il suo sogno musicale, dopo una serie si incontri casuali e fortuiti, nel 2004 realizza e pubblica il suo primo singolo “Penso troppo” con l’etichetta CinicoDisincanto.

Seguiranno anni di collaborazioni ed esperienze live, fino ad incontrare Paolo Filippi e Teo Marchese del Cavò Studio, con i quali realizza nel 2007 Malditesta, un album composto da i dodici brani tra rock, pop e funk che raccontano di lei, del suo mondo e delle sue emozioni.

“malditesta” è un progetto carico di ricordi, sensazioni vissute da trasmettere e far ascoltare, a cui hanno collaborato musicisti del calibro di Fabrizio Bosso, Massimo Moriconi, Mauro Negri, Israel Varela, Marco Bianchi e molti altri.
Un album in cui traspaiono suggestioni, grinta, la semplicità di ogni giorno e una forte voglia di musica. Una miscela di suoni dal sapore rock, pop, world e di testi visionari che hanno la sola presunzione di regalare emozioni.

A marzo 2007 Ila è protagonista a SanremOff come ospite del M.E.I. di Faenza (Meeting delle Etichette Indipendenti); ad Aprile 2007 si conquista un posto fra gli undici finalisti delle selezioni nazionali di Primo Maggio Tutto l’Anno, vincendo, con il brano Pallottolion, il Premio EcoRadio Arricchita di esperienze e maturata musicalmente, nel Marzo 2009 pubblica un nuovo Ep “Va tutto bene…” per la Tube Jam Records: sei brani ricchi di testi ironici, a tratti taglienti, ma sicuramente originali che invogliano ad un ascolto ripetuto e continuo senza mai annoiare. Ne segue un tour che la porta on the road in giro per i club della penisola.

Nel corso degli anni viene invitata ad esibirsi come opening act ai concerti di Ayo, Cristina Donà, Daniele Silvestri, Davide Van De Sfroos, Dolcenera, Hera & Adam Masterson, Nordgarden, Brychan e altri.

A Settembre 2010 esce in tutte le librerie “Milanabad” un romanzo di Michele Monina dove ogni capitolo è introdotto da parole inedit di vari cantanti e rappers tra cui Cristina Donà, Caparezza, Renga, Piotta. Il capitolo finale del libro comincia con le rime di ila.

A giugno 2009 e gennaio 2010 ila suona con il musicista e produttore inglese Nitin Sawhney e altri talentuosi musicisti (italiani, francesi e inglesi) per l’ Aftershock project a Genova e al Band on the wall di Manchester (UK)
Nel Settembre 2010 pubblica un Ep acustico (solo per il mercato digitale) dal titolo “Se potessi volare” che racchiude qualche pezzo inedito, alcune vecchie composizioni rivisitate in chiave acustica e lo standard “The very thougt of you” dove ila viene affiancata dal bluesman bergamasco Robi Zonca.

A marzo 2011 esce “Little world“, un lavoro molto diverso dai precedenti, caratterizzato da sonorità delicate, acustiche, spensierate, un filo di perle colorate, impreziosite dalle collaborazioni di Jesse Harris (Norah Jones, Ani Difranco), Nima, il bluesman Robi Zonca, Pascale Daniel (già compositrice per Françoise Hardy), uscito a Marzo 2011.

Durante le registrazioni di “Little world” nasce anche l’esigenza di comunicare il tenore “agricolo” e spensierato delle 15 composizioni, e prende vita così la nuova formazione ILA&the happy trees ovvero Ila (voce, chitarra acustica, ukulele, kalimba) Teo Marchese (batteria, percussioni), Lorenzo Fugazza (chitarra acustica, banjo, ukulele) e Paolo Legramandi (basso, cori).

Nell’inverno 2011 ila & the happy trees sono in tour con il cantautore inglese Gary Nock per un mini tour nel nord Italia.
A maggio 2012 ila registra a casa un ep acustico dal titolo “I love the little things” che esce per il solo mercato digitale in free download.

A novembre 2012 esce “Believe it” un nuovo disco di ila & the happy trees: 12 canzoni spensierate, ironiche, che ruotano tutte intorno al concetto di “cambiare il mondo”.
Il disco ospita il cantautore italo-brasiliano Franco Cava e la violoncellista svedese Katy Aberg.

A Gennaio 2014 esce un nuovo ep digitale in free download dal titolo “Reesed”, una raccolta di brani contenuti in altri dischi, ma riarrangiati in versione live.
A Maggio 2014 partecipa con la canzone “La lingua” alla compilation femminile “Anatomia femminile”.
Ila & the happy trees partecipano alla compilation tributo ad Alessandro Bono con la loro rivisitazione di “Amore mio”, in uscita a Novembre 2014.
Sempre a Novembre 2014 esce il disco di standard e cover blues/country “Ila & her Fellows“ che coinvolge 16 musicisti di formazioni e background diverso.
Insieme ad Ila infatti nel disco hanno suonato: Teo Marchese, Lorenzo Fugazza, Alessandro Ducoli, Robi Zonca, Veronica Sbergia, Marco Grompi, Stefano Galli, Daniele Gozzetti, Sir & The Ivanoe, Gessica Crotti, Stefano Donadoni, Teo Airoldi, Paolo Cavagnini, Wild B. Penny, Fabio Costanzo.

Al momento Ila & the happy trees hanno terminato il nuovo album “Le scarpe rosse” che uscirà a Settembre 2015.