Immaginate il punto d’incontro fra la melodia del pop britannico e il rumore dell’indie rock americano e annaffiate il tutto col Belpaese. Difficile trovare una definizione precisa, se non quella di una forte ricerca melodica che si sposa con lancinanti scosse di feedback elettrico, il tutto suonato al massimo volume possibile. Come unire indisturbati Beatles, Dinosaur Jr., Nirvana, Pixies, il punk, il rock di Seattle, il college rock. Poi c'è da spiegare che I Melt sono italiani (Vicenza) e cantano in italiano, quindi oltre ai riferimenti ed alle influenze d'oltre manica e d'oltre oceano ci s…