Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione a cura della band

Una parabola plunderfonica, è quella di Økapi, attraverso l’immaginario musicale di Olivier Messiaen, compositore francese del XX secolo. Messiaen ha spinto la composizione classica attraverso i territori della sperimentazione, animato da verticalità spirituale e attenzione ai suoni terrestri. Messiaen amava la musica della natura. Per tutta la vita viaggiò cercando di trascrivere su pentagramma i versi degli uccelli. Økapi è partito da lì. Da abile collagista elettronico, ha decostruito con pazienza tutta la sterminata produzione musicale di Messiaen per omaggiarlo con un suo, inedito, catalogo ornitologico suddiviso in tre movimenti: amore umano, amore divino, amore per la natura.

Ad accompagnarlo in questa sperimentazione live la fantomatica orchestra di Aldo Kapi e i visuals di Simone Memè.
 Al progetto discografico hanno partecipato anche Mike Cooper (chitarra) e Geoff Leigh (sax e flauto).’Pardonne-moi, Olivier!’ è uscito per Off Label Records/Broken Silence.
Økapi è Filippo Paolini, artista del cut-up sonoro, con numerosi album solo e in gruppo (Metaxu, Dogon, Zu…) – info: www.okapi.it.

Credits

Økapi: Direction
Geoff Leigh: voice, soprano sax, flutes
Mike Cooper: guitars
Simone Memè: live visuals

Aldo Kapi’s Orchestra: Olivier Messiaen – Jon Appleton – Senking – David Berezan – Kyoka – Marc Tremblay – Aoki Takamasa + Tujiko Noriko – Paul Dolden – Ryoji Ikeda – Mochipet – Elsa Justel – Circuit Bent- Subjex – Mr. Ours & 4bstr4ck3r – Coh – Martin Leclerc – Herve Boghossian – Monty Brigham bird sounds collection – Adrian Moore – Signal – Christian Bouchard – Anemone – Kangding Ray – Louis Dufort – Hildur Gu›nadóttir – Wolfgang Voigt – Marc Tremblay – Atom Tm – The Three Suns – Åke Parmerud – Emptyset – Spontaneous Music Ensemble – Ivor Darreg

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati