Tracklist

00:00
 
00:00
Leggi la recensione

Descrizione a cura della band

Il 25 luglio 2014 uscirà JX-EP, il nuovo EP di Koolmorf Widesen, pubblicato in audio cassetta e digitale dall'etichetta americana Wil-Ru Records. Dopo ben 4 anni di silenzio, il giovane artista italiano ritorna sulle scene proponendo una nuova piccola epopea elettronica acid, pubblicata per l’etichetta americana Wil-Ru Records in audiocassetta e digitale.
Le prese di posizione del Koolmorf sono drastiche nella realizzazione della sua ultima opera: niente software per la produzione di suoni sintetici o campioni, niente computer, niente artifici digitali. Tutti i brani sono stati suonati con veri strumenti analogici collegati ad una console di mixaggio e registrati direttamente su nastro.
I circuiti delle macchine analogiche danno sfogo ad un grido primordiale che si articola in ritmiche sincopate, bassline graffianti, pad plumbei e lontani che trascinano l'ascoltatore in un'atmosfera nebbiosa e straniante, disorientandolo in un labirinto di dissonanze. Le sequenze di sintetizzatore si rincorrono e dialogano tra loro, intrecciano la trama di una storia raccontata in quella che sembra una lingua minerale, parlata nelle profondità della terra. I cinque brani sono un viaggio attraverso le paludi della percezione, dove per non smarrirsi non resta che fidarsi ciecamente dei ritmi sincopati e seguirli nel loro tortuoso percorso, ovunque esso porti.
JX-EP è un disco che conferma Koolmorf Widesen come uno dei più interessanti esponenti della musica elettronica made in italy. Un'abile mano nell'esecuzione tecnica, una mente versatile, un gusto sofisticato che dosa sapientemente dancefloor music e musica di ricerca, elementi che fanno del giovane compositore un artista internazionale, all'avanguardia e al riparo da qualsiasi etichettatura standard. Questo ultimo lavoro ne è una prova inconfutabile.

Credits

Tutti i brani sono stati scritti e prodotti da Leonardo Barbadoro.
Mastering: Leonardo Barbadoro.
Design: Eric Adrian Lee. Concept e fotografie: Leonardo Barbadoro.

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati