"Levighiamo a mano canzoni per rallegrare gli animi e compensare il vuoto di questi giorni"

Delicata esplosione di rabbia, frutto di una ironica riflessione critica quotidiana. Apre l’occhio malato di una società fatta di ritmi e abitudine.

LA BOTTEGA DEL COMPENSATO è un gruppo Pop/Folk che nasce nel 2015 tra Padova e Rovigo.
Il loro stile, tra il Folk da cantautore impegnato e l’Indie scanzonato, è delicatamente contaminato dalle tipiche sonorità del Roots Reggae.
I loro pezzi sono stati descritti come “Artigianali opere musicali Roots”. “Artigianali” per la freschezza e la cura della loro musica molto lontana dal pesante frastuono metropolitano ed industriale e “Roots”, cioè attaccato alla terra, alla genesi primordiale, ma con un termine inglese e cosmopolita poiché loro ben sanno far capire che sono multietnici e che le radici ormai in un mondo globalizzato sono comuni anche nella musica.
Attitudine pop sporcata da influenze folk, country, blues e reggae, ben chiara nelle sonorità del loro primo Ep “Gite fuori Porto”. E questi “residui di terra musicale” provenienti dalle varie parti del mondo hanno continuato ad esserci ed abbellire anche "Posto maleducato" e "Neppure posso dirti Ciao", due canzoni uscite nel 2017 e correlate da due videoclip. La prima è un folk reggae con un solare ritornello dal buon tiro radiofonico. La seconda è una ballata folk blues più malinconica ma piena di speranza e luce. "Robinson Crusoe" è invece il brano di apertura dell'Ep ed è un tripudio di strumenti acustici, arpeggi e ritmiche andanti che non può non mettere il buonumore.