Post rock, atmosfere strumentali e arpeggi.

I Lazybones Flame Kids, si formano nell' estate del 2013, per dare vita ad un progetto in cui i vorticosi loop di chitarra si alternano ad un cantato recitato, urlato e sussurrato, mischiando i tipici tocchi atmosferici del rock strumentale alla spinta emotiva dei classici del post-rock.
L'album omonimo di prossima uscita è stato anticipato dal singolo "A ride in an amusement park", un omaggio al compianto Bill Hicks, presente nell'ultima strofa del brano con una citazione tratta dal suo spettacolo "Revelations" datato 1993 e da "Too close" che vede la collaborazione della band con il folksinger Beeside.

Registrato al “Natural Head Quarter Studio” di Corlo (FE) di Manuele Fusaroli ( Bugo, Luci della centrale elettrica, Zen Circus) con il produttore artistico Gabriele Boi (The Rippers e The Mojomatics) L.F.K è registrato in presa diretta, con poche sovraincisioni.
La band ha deciso di utilizzare mixer, strumenti e effetti degli anni '60 -'70 per dare all'album sonorità vintage e atmosfere con una tessitura evocativa e fragile, suonando come una ninna nanna tra Dinosaur Jr e Akron / Family, attraversando diversi habitat musicali che
vanno dall’ indie rock dei June of 44 e American football (Little Captain, Spoor 17) all’introspettivo post rock di Mogwai e Explosions in the Sky (And Then I Screwed Everything Up, Gnothi Seauton).