* Cinematic Instrumental Duo *

In bilico tra gioco e sogno, tra forma-canzone e divertissement, Le Gros Ballon è un progetto di musica altamente cinematica. Francesco Campanozzi e Marco Capra, musicisti attivi da diversi anni (Fabrizio Coppola, Alessandro Fiori, Marco Notari, Pekisch, Nuovi Orizzonti Artificiali, Baise-Noir, Passo Uno), danno vita a brani strumentali di grande atmosfera, interamente composti, arrangiati e suonati a quattro mani. Il punto di partenza è l'improvvisazione pura, che attraverso gli strumenti e oggetti più diversi crea una musica libera, sorprendente ed emozionante. Le Gros Ballon è come una mongolfiera che ti porta tra le nuvole.

Il primo album del duo, "Le Gros Ballon", esce ad aprile 2010 tra ottime recensioni (tra gli altri Mtv Brand New, Rockit e Blow Up).
I suoi brani vengono scelti per alcune compilation in Italia e all'estero, e per la colonna sonora del documentario "Il lupo in calzoncini corti", in onda su RAITRE e miglior documentario al 25° Festival Mix di Milano.

Qualche mese dopo Le Gros Ballon torna in studio per comporre la sua prima colonna sonora, per il documentario sul Sudan “Testimoni occasionali”, trasmesso su RAIDUE.

A novembre 2010 il duo pubblica "La Nuit", un EP acustico che contiene un duetto con Denise (nel brano “What's left of dreams”) ed una collaborazione con l'autrice teatrale francese Alexandra Dadier (la title-track “La Nuit”).

Nel frattempo inizia l'attività live: sul palco Le Gros Ballon gioca a scambiarsi gli strumenti, avvalendosi anche della preziosa collaborazione di Antonello Raggi (The Piano Machine). La band condivide i concerti, tra gli altri, con John de Leo, Bachi da Pietra, Comaneci e 2Pigeons.

Nel 2011 esce il mediometraggio “Ciao Italia – storie di Italiani a Berlino”, che partecipa a diversi Festival in Italia e all'estero: i registi Fausto Caviglia e Barbara Bernardi scelgono per la colonna sonora esclusivamente brani de Le Gros Ballon.

Il terzo lavoro in studio della band si chiama “Orange” ed esce a settembre 2012. I quindici brani dell'album incontrano l'entusiasmo della critica, che paragona Le Gros Ballon a nomi come Cinematic Orchestra, Sigur Ros, Tortoise, Kings of Convenience e Yann Tiersen.

Dopo un tour che tocca Nord e Centro Italia, a giugno 2013 la band affronta una nuova sfida, portando in scena al Carroponte di Milano la sonorizzazione del cult cinematografico “Il Gabinetto del Dottor Caligari”: per l'evento Le Gros Ballon realizza una colonna sonora ad hoc.

Nel frattempo nascono altri brani in studio: il nuovo EP de Le Gros Ballon “Hey!” uscirà in free download il
20 settembre 2013, e sarà accompagnato da un artwork di Alessandro Fiori.

*****

Le Gros Ballon suona:
batteria, percussioni, basso, chitarre elettriche variamente accordate, chitarra acustica, chitarra classica, chitarra baritona, oggetti, pianoforte, gretsch scordata, synth, programmazione, banjo, arpa piccola, riso soffiato, medaglietta di Crazy, e-bow, cacciavite, lezioni di giapponese, glockenspiel, organo, ukulele, archetto su chitarra, glockguitar, harmonium, farfisa, microkorg, violino, diamonica, armonica, ektar, mùyú, vocalizzi, percussioni, campanacci, bongos, bomboletta spray, lastra di metallo, guance, minacce mafiose, donna bolsenese, fischio, zanzare.