band Punk/Hc melodico

Il gruppo nasce nel luglio del 1999, tra Mantova e Brescia. Risale al Marzo del 2000 la pubblicazione del demotape omonimo che li catapulta sin da subito alla ribalta nella florida scena punk italiana attirando l'attenzione del pubblico e degli addetti al settore. Nel 2001 esce il disco d'esordio "Veniamo in pace" (Venus dischi), da cui viene estratto il primo singolo "Giorni Instabili". Il videoclip (https://youtu.be/Fv4HWfG98oI) viene inviato alle TV di settore (YouTube era ancora un miraggio lontano) e la band viene notata da diverse emittenti tra cui ALL MUSIC che di lì a poco li inviterà a partecipare per live e intervista nella trasmissione Play.it, condotta da un giovanissimo Alessandro Catellan e successivamente nel programma Azzurro condotto da un altrettanto esordiente Lucilla Agosti. Partecipano inoltre a moltissime puntate di Database e Sala Prove nel palinsesto della nascente Rock TV. Nel 2002, durante il tour promozionale.

Negli anni a seguire la band pubblica 3 dischi: "Non è un gioco" (2003 - Le Parc music), "Contro" (2005 – IndieBox Music), "Mondo a parte" (2007 – IndieBox Music), diversi videoclip e si esibisce ovunque macinando chilometri tra Italia, Austria, Slovenia, Croazia, Germania e Svizzera, sia come headliner che a supporto di band come NOFX, Propaghandi, Strike Anywhere, Toy Dolls, Adolescents, A Wilhelm Scream, Anti-Flag, Turbonegro e molti altri.
Muta, evolve e diventa una delle band di punta e tra le più prolifiche dell'intera scena punk italiana.

Nel 2010 esce "Nel nome di chi?" (2010 IndieBox Music) mixato e masterizzato da Jason Livermore al Blasting room studio (Colorado - USA), album molto fortunato che affronta tematiche sociali importanti e scomode. Il singolo e videoclip omonimo di lancio (https://youtu.be/2RbSkuP3_k4), diventano vittima di una quasi totale censura da parte di editori TV, radio e giornali a causa del tema trattato: la pedofilia nel clero. Viene però supportato da Il fatto quotidiano, Repubblica ed altre testate solidali scatenando una forte polemica a livello nazionale.

Ad ottobre 2013 esce il sesto album "Il banco piange" registrato e prodotto dalla band ed anticipato dal singolo e video ufficiale del brano "Il meglio di me" (https://youtu.be/4xACtkWkfjg) presentato in esclusiva ad Halloween su XL di Repubblica. Il secondo singolo estratto è "L'ultima cavia" (https://youtu.be/n_MasWynTQE), seguito dal fortunatissimo "Ancora qui" (https://youtu.be/QXog5VrPDiw) che da novembre 2013 entra in programmazione su Virgin Radio riscuotendo enormi consensi, passando attraverso i contenitori Virgin Generation e Revolver, sino ad entrare per tre settimane nella Virgin Rock 20, la classifica dei 20 pezzi più suonati dall'emittente e trasmesso in alta rotazione per diversi mesi. La band partecipa anche al Programma Virgin Generation con intervista e un live acustico in studio.
Virgin Radio conferma il supporto al progetto con l'inserimento in alta rotazione di un secondo singolo estratto da "Il banco piange", "Il tempo in scatola", del quale, per l'occasione, ne viene realizzata una versione speciale Virgin Radio Version.

Ad Aprile 2015 la band pubblica un nuovo disco "16 anni dopo", un doppio cd contenente 5 inediti e un best of di tutte le hit della band completamente risuonate e riregistrate. La risultante e' un disco compatto, potente e che mostra una band capace di suonare canzoni vecchie di 15 anni con taglio attuale. Virgin Radio lancia in esclusiva il singolo "E c'è" inserendolo immediatamente in alta rotazione per diversi mesi. Il 22 Febbraio 2019, dopo 7 dischi e oltre 700 concerti alle spalle, in occasione del ventennale della band, esce "8 bit", l'ottavo disco de L’invasione degli omini verdi, anticipato dal singolo e videoclip di "Arcade Boyz", dal 19 febbraio sul canale YouTube degli Arcade Boyz e su YouTube.