Tracklist

00:00
 
00:00
Leggi la recensione Video in questo album (7)

Descrizione a cura della band

Il colmo per un barbagianni è essere narcolettico: già è sconclusionato di suo, se poi ci aggiungi questo piccolo difetto gli spazi e i tempi diventano una spirale, una vertigine. Di conseguenza, la capacità di giudizio è compromessa in partenza.

In the Gorgi show è uno spettacolo musicale simile a un circo, dove personaggi paradossali e storie impossibili si alternano sulla scena. Il direttore artistico è il Mitico Gorgi, ma chiunque può assistere allo spettacolo e soprattutto farne parte. Il requisito fondamentale è riuscire a raccontare una storia nel modo più arbitrario possibile: una qualsiasi storia che nel suo insieme generi un’atmosfera precisa, attraverso un procedimento guidato dalla sperimentazione.
Musicalmente In the Gorgi show segue una struttura in cui il sistema di riferimento è un vortice confusionario e delirante. Il suo scopo è quello di fornire contenimento ad una vastità di immagini e suoni tali da confondere le idee: esercizi di stile (Il Dadarock), mucche da mungere (Mungila), eroi sfigati (Zenzero), scenari apocalittici (Go Gorgi), persecuzioni e risoluzioni (La Cantina e Piazza Cretina) il tutto avvolto dall’alone mistico di Gorgi. Ogni pezzo si pone a servizio della storia sfruttando sonorità elettroniche e atteggiamento punk, per creare una sinfonia di suoni alla quale bisogna tendere l’orecchio per poter vedere i numerosi scenari che il disco passa in rassegna (Elettro-Punk-Sinfonico, E.P.S.)

Nel primo disco dei Mitici Gorgi sono strutturate e sviluppate melodie e idee nate dallo sfogo embrionale generato durante le sessioni creative del duo femminile, attraverso uno studio sonoro accurato teso a rispettare l’intento originario di ogni singola idea. Il procedimento seguito per le registrazioni dell’album rispetta questo principio: sempre alla ricerca dell’ambiente perfetto da sperimentare pezzo per pezzo e utilizzando esclusivamente supporti digitali per definirne il suono. Agli studi della Millessei dischi (etichetta fondata da Mitici Gorgi, Granprogetto e Farewell to Hearth and Home di cui In the Gorgi show rappresenta la seconda uscita in catalogo) si può tranquillamente aggiungere un bagno, purchè questo sia in grado di riprodurre un suono corrispondente all’atmosfera ricercata. Al contempo una pentola può servire da rullante.

Anche il progetto grafico del disco è a servizio dell’atmosfera confusa e delirante del contenuto musicale: realizzato dalla Mamuri disegni (già autori del progetto grafico de “La Cena del Bestione” dei Granprogetto, prima uscita della Millessei Dischi), i contrasti cromatici e di tratto, la spontaneità del gesto beffardo, la commistione di font e misure, l’idea di capovolgere i criteri di giudizio espressi da filtri rovesciati, l’immagine nell’immagine dei protagonisti al negativo all’interno, rimarcano la volontà di liberare lo spettatore da chiavi di lettura prestabilite e di coinvolgerlo nel vortice multicolore dello show di Gorgi.

Credits

Release date: June 3, 2014
Label: Millessei Dischi
Physical Distribution: Audioglobe – Digital Distribution: Digitalea/The Orchard
Press Office: A Buzz Supreme

Registrato, missato e prodotto da Francesco “veleno” Baldi e Mitici Gorgi
TUTTE LE CANZONI SONO DI PROPRIETA’ DEI MITICI GORGI
Chiara Fantozzi: Voce, micro Korg, Wurlitzer, Flauto, Ottavino, Kazoo
Federica Camiciola: Voce, Chitarra elettrica, MPC, Ableton
Piero Cappellini: Voce, Chitarra elettrica, Sampler, Wurlitzer
Francesco Fanciullacci: Voce, Basso, Chitarra acustica, Sound Machine, Rullante, Percussioni

HANNO COLLABORATO:
Davide Miano: batteria su “Waiting songa” e “I canditi”
Marco Balducci: cori su “Zenzero” e “Venerdì film”

REGISTRATO PRESSO GLI STUDI DELLA MILLESSEI DISCHI

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati