Music for Eleven Instruments è un progetto indie pop con attitudine orchestrale ideato dal musicista siciliano Salvatore Sultano, originario di Gela (Cl), che ne è compositore e produttore.
Strumenti a corda, percussioni, ottoni, voce ed elettronica colorano il pop spensierato di un'orchestra immaginaria che prende forma con l'album di debutto "Business Is A Sentiment", uscito con Red Birds/Audioglobe in Italia nell'ottobre del 2010 e completamente suonato e registrato da Sultano, si farà conoscere ed apprezzare per la notevole qualità della scrittura e degli arrangiamenti.
Le performance live vennero realizzate in collaborazione con H-CB, band post-rock della scena indie catanese, con cui partecipa all' Ypsigrock Festival (2010) vincendo il concorso "Avanti Il Prossimo" ed entra nel roster di Rocketta Booking con cui inizia a girare l'Italia.
Da questo momento il progetto ottiene passaggi su radio e tv nazionali e importanti riconoscimenti a livello internazionale per il video “Everyone In Their Room” diretto da Marco Missano:
Miglior video musicale 2010 al “Premio Videoclip Italiano”
Miglior video di animazione 2010 al “M.e.i.” di Faenza”
Miglior corto di animazione 2010 al “Corto Castiglionese”
Inserito nella selezione ufficiale di:
Raindance Film Festival
Brooklyn Film Festival
Future Film Festival
European short film festival
Sempre nel 2010 il brano "This movie isn't excting but violent", viene inserito nella TOP100 della classifica
"Le più belle canzoni italiane dell'anno" stilata da Rockit.
Le maggiori testate giornaliste e web magazine recensiscono l'album positivamente:
Indie - eye"Il disco, va detto subito, è piuttosto sorprendente, “Business is a sentiment” si presenta come un piccolo
capolavoro di musica pop".
Rockit "Business is a sentiment è un'opera affascinante, ludica, mai compiaciuta ed enormemente ispirata".