Myale è un cantautore fiorentino indie pop, il suo debut album è "Myale".

Alessio Peruzzi, in arte Myale, nasce a Firenze il 29 maggio del 1982. Sin da piccolo ha la passione per la musica e cresce componendo pezzi per se stesso fino a formare il suo primo gruppo all’età di 18 anni. Dopo una pausa di qualche tempo dalla musica, si ritrova a scrivere di nuovo per dedicare un brano ad una ragazza, lo stesso brano che finirà poi per aprire il suo primo lavoro discografico: da questo momento riprende a comporre. Cresciuto appassionandosi soprattutto alla musica degli anni ’70 e alla dark wave degli anni ’80, oggi ascolta moltissimi generi diversi, in particolare quelli che rimandano a sound e armonie care alle sue prime passioni musicali. Tra le ispirazioni più significative a livello internazionale ritroviamo i King of Convenience, gli Strokes e gli Smiths, mentre all’interno del panorama italiano Myale si rifà al mood dei Baustelle incorporando i caratteri stilistici cantautorali di artisti del calibro di Lucio Dalla e Lucio Battisti. Musicista emergente, sempre attento non solo al contatto con i propri fan in rete ma anche pignolo sulla qualità delle sue produzioni, Myale ha già calcato diversi palchi cari alla scena indie di Firenze acquisendo una buona notorietà nella sua regione natale, la Toscana. Partecipa al Rock Contest di Controradio nel 2016 e nell’aprile del 2017 firma con Areasonica Records per la produzione del suo disco d’esordio Myale. Il nome del disco riprende un concetto che ronza nella testa di Alessio da molti anni: “È il mio “Me”, una mia parte, una mia singolare espressione in tutti i modi e in tutte le mie direzioni. Con il suo bene e il suo male.” Un album personale dunque, che rispecchia il suo carattere, i suoi trascorsi e il suo modo di essere. Il disco esce nel maggio del 2017 accompagnato dal primo singolo Ci provo sempre… (A farti ridere). Il brano riceve subito un ottimo riscontro di critica e di pubblico: la notizia del lancio fa il giro del web su diverse testate italiane e, poco tempo dopo l'uscita di "Ci Provo Sempre...", Myale rilascia un'intervista, a cura di Angelo Vegliante, per Fanpage in cui si parla delle esperienze pregresse dell'artista e dei suoi sogni futuri.Il brano spopola in radio, finendo in rotazione su numerose emittenti italiane, così come il suo videoclip, che finisce su BobineTv insieme ad un'intervista divertente e scanzonata al suo autore.
L'album "Myale" viene recensito su Radio Coop da Antonio Bacciocchi che scrive "Ottimo pop rock che si avvicina al trend attuale caro a nomi come The Giornalisti e Stato Sociale e che rieccheggia a tratti atmosfere che abbiamo già sentito in album di Daniele Silvestri. Brani freschi, bene arrangiati e costruiti alla perfezione per il gusto indie attuale."

Nel settembre del 2017 esce "Zero Sbagli", secondo singolo estratto dal suo album "Myale" e accompagnato dal videoclip girato interamente in Texas, a Dallas. In occasione del lancio, Alessio rilascia diverse interviste in radio tra cui quella con Maurizio Martinelli nel suo programma musicale su Radio Italia Anni 60, il pezzo colleziona tante rotazioni musicali sulle migliori radio indipendenti d'Italia per mesi fino alla presentazione del terzo singolo estratto - insieme al videoclip - “Einstein”, un brano che parla del dare senso al tempo per non correre il rischio di avere rimpianti: con Myale ogni lasciata è persa.
Il videoclip di Einstein fa il giro del web finendo anche su Radio Coop, Musica Italiana Emergente e Fan Page, e Leda Ferrari di Music Map recensisce molto positivamente il suo lavoro scrivendo "Molto curata l’armonia tra la base musicale, abbastanza elaborata e composita, e i testi che, lasciando vedere un’impronta personale ben precisa, permettono di sperare nell’emergere dell’artista anche in un contesto così affollato come quello dell’indie oggi." Nel maggio del 2018 Myale rilascia un assaggio del suo nuovo disco L'Innaffiatoio in arrivo a settembre: Voglio Heather, singolo d'anteprima ritmato e coinvolgente impreziosito da un esuberante videoclip dedicato alla grande Heather Parisi, idolo indiscusso dei mitici anni '80! Il brano approda in heavy rotation sulle migliori radio indipendenti italiane e conquista pubblico e addetti ai lavori con la sua nostalgica ironia. Tante le anticipazioni su L’Innaffiatoio snocciolate dall’artista in questi ultimi mesi di interviste, tra queste ricordiamo la folle ospitata all’interno del format Villaggio Caposlump di Radio Stonata e l’interessante approfondimento ai microfoni della capitolina Radio FinestrAperta.
Il 4 settembre 2018 esce l'attesissimo album L’Innaffiatoio, un titolo che - a detta dell'autore - incarna "tutte quelle cose che le persone lasciano nella vita degli altri quando le storie finiscono". Dieci tracce di un indie pop italiano contaminato da influenze d'oltreoceano che affascina, convince e presenta una cifra stilistica più matura ma soprattutto fortemente identitaria: "volevo fare un disco più ragionato, senza troppe pressioni insomma" dice Myale, "questo finalmente è un disco che mi rappresenta, con cui posso dire a tutti chi sono". Il disco viene rilasciato insieme al videoclip del primo singolo estratto "Gli Occhi", un pop d’autore per un pezzo condito da un pizzico di genuina malinconia, una storia finita e qualcuno che non riesce a rassegnarsi e andare avanti.