Le Iene intervistano un bagarino: “guadagno più di 50mila euro all’anno”

via ilgiornale.it - bagarini secondary ticketingvia ilgiornale.it - bagarini secondary ticketing
30/11/2016 14:03 di

Continua l’inchiesta delle Iene sul bagarinaggio online. Dopo la prima intervista in cui Roberto De Luca - l'amministratore delegato di Live Nation Italia - aveva ammesso una connessione tra la sua azienda e siti di secondary ticketing come Viagogo, il presentatore Matteo Viviani ha poi deciso di coinvolgere molte altre figure del mondo del live italiano.

Nella puntata di ieri sera Viviani ha presentato l’altra faccia del problema portando in trasmissione un broker che compra e rivende biglietti in proprio. Chiamato ipoteticamente Francesco, il bagarino ha dichiarato che il suo guadagno supera i 50mila euro l’anno e di sfruttare siti come Viagogo, Seatwave e TicketBis.

"Il segreto? Avere soldi e conoscenze" - spiega Francesco - "Io metto 50 persone davanti a un computer e gli do un fisso. Il segreto è conoscere i trucchi giusti: su Ticketone devi cancellare cronologia e cookies. E aggiornare la pagina, sempre. Il tasto F5 sul mio computer è consumato".

(clicca sull'immagine per rivedere la puntata)

In più il broker afferma che su Viagogo ha accesso a dei tool premium che lo aiuterebbe con i pagamenti e nella ricerca di biglietti. Si è anche dimostrato più che informato sull’argomento, citando l’intervento fatto lo scorso marzo da Micheal Rapino, il ceo di Live Nation International, nel quale diceva che ogni anno il mercato del secondary ticketing vale 8 miliardi di dollari.

Intanto due giorni fa è stata approvata la legge contro il secondary ticketing. Come vi avevamo già annunciato, le multe sono state abbassate rispetto a quelle indicate inizialmente dal Ministro dei Beni e delle Attività Culturali Dario Franceschini: la soglia minima di sanzione sarà di 5mila euro (nella prima versione erano 30mila) mentre resta invariata la sanzione massima di 180mila euro. La legge prevede, però, che le sanzioni non vengano applicate se la vendita è “senza finalità commerciali”, il che fa dubitare sulla vera efficacia delle legge. In questo articolo pubblicato dal sito de Il Sole 24 Ore potete leggere il testo completo.

(via)

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Abbiamo visto in anteprima "Fabrizio De Andrè - Principe Libero"