Live Nation definisce “irrealistici” i tentativi di regolarizzare il mercato dei biglietti online

via Adweek - Live Nationvia Adweek - Live Nation
26/04/2017 11:50 di

Live Nation è l'azienda più grande del mondo nell'organizzazione di spettacoli dal vivo e nella vendita di biglietti online; ultimamente ha fatto parlare di sé perché coinvolta nello scandalo del secondary ticketing in Italia e non solo.
Michael Rapino, CEO dell’azienda, interviene in merito alle misure legislative per contrastare il bagarinaggio online definendole “irrealistiche”. I provvedimenti ai quali si riferisce sono quelli adottati in Ontario dove si è deciso di modificare il Ticket Speculation Act per migliorare le condizioni di acquisto dei biglietti, ma Rapino ritiene che siano sforzi totalmente vani: “Finchè il mercato è gigantesco, avrai attori sofisticati che proveranno a scoprire come monetizzarlo”.


(Michael Rapino, CEO di Live Nation)

Le dichiarazioni di Michael Rapino sono in netto contrasto con l’iniziale posizione di Ticketmaster (una delle quattro società che fa parte di Live Nation) che nello scorso febbraio affermava di dare il benvenuto ad ulteriori sforzi per offrire più biglietti ai fan. Rapino aggiunge, in merito a tutti i provvedimenti che si stanno cercando di attuare nel mondo, che alcuni sono discreti, ma “quando stabilirai i prezzi in modo migliore, e/o darai una migliore tecnologia per consegnare i biglietti ai fan, solo allora inizierai a fare la differenza”.

Rapino sostiene che la battaglia di Live Nation contro il bagarinaggio ha permesso di bloccare soltanto nel 2016 5 miliardi di bot (software che acquistano grandi quantità di biglietti per poi rivenderli con enormi ricarichi attraverso canali legali). I suoi consigli per migliorare il sistema riguardano l’aumento delle misure di sicurezza, e soprattutto avvicinare il costo dei biglietti regolari al valore di mercato, cosa che scoraggerebbe il bagarinaggio: questo significherebbe un aumento dei prezzi, dove il denaro in più però andrebbe nelle tasche degli organizzatori e degli artisti e non a foraggiare il mercato nero dei rivenditori abusivi.

 

(via)

Tag: secondary ticketing bagarini

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati


    LEGGI ANCHE:

    Porno per sapiosessuali su Rai1: Alberto Angela intervista Paolo Conte nelle Langhe