Leggi la recensione Video in questo album (1)

Descrizione

IN CONTRADDIZIONE
è il nuovo disco di Nicoletta Bernardi

Elegante e sofisticato l'uso della voce
varie le melodie, evocative, che portano lontano.
La musica sacra e il jazz, il blues e il folk, influenzano le canzoni.
L’intreccio ritmico è ricco e quasi centrale, la melodia è facilmente fruibile mentre i testi sono critici, riflessivi, spesso disillusi, ironici.

voce e percussioni: Nicoletta Bernardi
chitarre: Raffele Lomoro
basso: Gianni Consiglio





1 chissà se c’è
2 fili leggeri
3 viola vola
4 se puoi
5 brusio
6 sale
7 dove sei nato tu
8 streghe
9 non va
10 gaia protesta
11 difficile
12 tu
ospiti:
Roberto Romano
Raffaele Kohler
Luigi Bernardi
Marco Maria Linzi
Sabrina Faroldi
Micaela Brignone

testi e musica: Nicoletta Bernardi
arrangiamenti: Gianni Consiglio
grafica: Davide di Pace
ufficio stampa: Silvia Gandolfi
produzione artistica: Gianni Consiglio, Nicoletta Bernardi
registrato e mixato da Gianni Consiglio
presso il Teatro della Contraddizione
via della Braida, 6 Milano – Luglio 2013

Nicoletta dice delle sue canzoni:
“Possono nascere di getto (e lo possono fare sul tram, al supermercato, in cucina) già con parole e melodia e sono solo da rivedere, poco, per non rompere l'incantesimo, la magia che c'è nell'essenza, nell'ispirazione.
Sono nate così: chissà se c'è, se puoi, brusio, viola vola, gaia protesta.
Sono nate diversamente invece:
Fili leggeri, il testo di questa canzone non è interamente mio, è uno scritto che Gianni Consiglio mi regalò, tempo addietro. In questo caso avevo la melodia e il ritmo, l'idea di una atmosfera che mi interessava mantenere ma non trovavo le parole giuste, mi sono venute in mente le sue.
Sale, in questo caso avevo il testo (che è mio) ispirato da uno scambio di mail tra me e Rosario Palazzolo (palermitano, scrive romanzi e drammaturgie). Interamente suo il testo che legge Marco Maria Linzi nella canzone.
Ho scelto un luogo sonoro che ricordasse il mediterraneo, il caldo.
L'introduzione e la coda di viola vola e parti di altri testi vengono da qui:

Portami in alto
Adagiami,
Sprofondami
Nella sonnolenza che avvolge e che non teme.
Lascia che mi addormenti sul fianco, per sempre.
Non ho più voglia di apparire,
Lascerò agli altri la mia forma migliore.”

Credits

ospiti nel disco:

voce, chitarra, parole e musica (flavio pirini);
voce (4) micaela brignone;
voce (5,6,12) marco maria linzi;
mandolino (5,11,12) luigi bernardi;
voce (6) sabrina faroldi;
flicorno, tromba (4,8) raffaele kohler;
duduc, sax (6,7,9) roberto romano

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati