OFFICINA FINISTÈRE - Ascolta e Testo Lyrics Luglio

Brano

00:00
 
00:00

Credits Luglio

Testo: Francesco Marchetti
Musica: Enrico Vasconi

Testo della canzone

LUGLIO

Calpesterò il tuo diritto a respirare,
calpesterò la tua voce fino a sera
e il tuo sorriso da animale,
il tuo coraggio, la tua miseria.
Calpesterò ciò che conservi in fondo al cuore,
poi colpirò il tuo bracciale e la criniera.
Calpesterò qualcosa in cui potrei cadere,
che non conosco, che fa rumore.

Calpesterò il tuo livore da accanito,
calpesterò il tuo estintore, a mani alzate
e senza rimorso il tuo vestito.
Calpesterò per non lasciarmi calpestare

Calpesterò senza paura il tuo cognome,
perché il tuo nome non riesco più a scordarlo.
Calpesterò se sarà il caso anche tuo padre,
avrò abbastanza piedi e l'animo per farlo.

Calpesterò il tuo diritto a respirare.
Calpesterò, com'è vero che ti guardo.
La mia divisa mi dà questo diritto
e la paura mi rende più gagliardo.

Calpesterò senza paura il tuo cognome,
perché il tuo nome non riesco più a scordarlo.
Calpesterò se sarà il caso anche tuo padre,
avrò abbastanza piedi e l'animo per farlo.

Album che contiene Luglio

album IL GUSCIO - OFFICINA FINISTÈREIL GUSCIO
2012 - Rock, Folk, Cantautore
Vai all'album Vai alla recensione

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati