< PRECEDENTE <
RECENSIONE
12/07/2011

I Vastax nascono nel 1982 a Matera e, non so perché, il riferimento a questa città non mi è nuovo. Poi leggo il nome di Franco Campagna. Lotar2!

Sui testi, quindi, dovrei ripetermi. Ironia intelligente, un film comico in musica ecc… ecc… Ascoltateli con attenzione, perché non ve ne pentirete. Per quanto riguarda l'aspetto musicale, assistiamo ad una stupefacente virata rispetto al progetto Lotar2. Vuoi che i Vastax hanno una storia decisamente più lunga, vuoi che abbiano capito che, in ogni caso, l'aspetto musicale ha la sua importanza, se i Lotar2 adottavano l'elettronica come cornice di cartapesta per i loro quadri psichedelici, ecco che qui non solo assistiamo a un repertorio strumentale notevole, ma ad un vasto repertorio strumentale notevole.

"Euro nero – n'euro" riprende i toni elettronici ma le parole vengono scandite in maniera chiara permettendo all'ascoltatore di non perdersi nessuna sfumatura. "Uomini e Donnole" è l'opposto, aria rock-pop e chiara intenzione di sfottere tutto lo sfottibile. E attenti, non stiamo parlando del testo in questo caso, ma della musica. E quando un gruppo che ha intenzione di, ripeto, sfottere tutto lo sfottibile, riesce a farlo anche solo con gli strumenti musicali, vuol dire che ce la sta mettendo davvero tutta per sfotterti, e ci sta riuscendo benissimo. Quindi rinnovo la mia stima a Franco Campagna e a tutti i suoi colleghi, che sono davvero bravi.

Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >