11/12/2012

I Laika Senza Ritorno sono una band ambigua: si percepisce nella loro musica una spinta creativa originale che però, a mio avviso, rimane frenata da un ancestrale desiderio di emulazione (è vero che la gente giudica in fretta e spesso in modo superficiale, ma è altrettanto vero che il vizietto della carta carbone è sempre dietro l’angolo).

Se nelle prime due tracce risuonano evidenti negli arrangiamenti le influenze del quartetto inglese degli Arctic Monkeys, proseguendo si scoprono atmosfere nuove e allo stesso tempo sorprendenti: da "Scarpe bagnate", brano che non avrebbe sfigurato in un disco degli 883 (senza ironia); a "Chissà perché", una ballata pop in stile ’60 su ritmo shuffle. Si scopre quindi un’anima inaspettata, una propensione melodica tutto sommato più interessante rispetto a quell’attitudine rock che si fa difficoltà a percepire come autentica.

La sensazione è che il talento e il potenziale di questa band non siano ancora espressi pienamente. Lo stile risulta poco riconoscibile e il disco, nel suo complesso, poco coeso (saltellando da una traccia all’altra si fa difficoltà ad attribuire i brani alla stessa band). Genuinità e attitudine alla melodia sono certamente gli elementi su cui investire nel futuro, ricercando, nella creazione dei propri lavori, una via più personale e definita.

---
La recensione Laika Senza Ritorno - Recensione - Laika Senza Ritorno di Body&Soul è apparsa su Rockit.it il 16/07/2019

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati