< PRECEDENTE <
RECENSIONE
25/01/2000 di Carlo Porcaro

Doppio disco dal vivo per i Bisca, storica formazione napoletana che suona dall'ormai lontano 1981. Registrato al "Due Lune" di Tuoro sul Trasimeno, "Semplicemente vivo" risulta un'operazione sincera e convincente perchè riesce a far vivere (o rivivere) l'atmosfera di un concerto in un locale piccolo piccolo in cui i suoni degli strumenti si fondono con la voce del pubblico creando un magico tutt'uno di musica, parole e d emozioni (simpaticissima, tra l'altro, l'idea di registrare anche gli incontri alla toilette e al bar). Questo doppio disco di quasi 100 minuti complessivi pesca dai lavori più recenti: "La bomba intelligente", "Lo sperma del diavolo", nonchè dall'ultimo cd "Altrove". E' una sorta di "best of" di un gruppo forse sottovalutatao rispetto alle soluzioni musicali innovative che hanno saputo trovare negli anni. La musica dei Bisca è sicuramente qualcosa che va oltre i singoli interpreti e le semplici canzoni (commuove particolarmente il brano "Oggi non ho niente da dire", mentre di cose da dire ne hanno tante...) e pur essendo politicamente schierati non utilizzano facili slogan. Guidati da Sergio Maglietta, sassofono e voce che ruggiscono, i Bisca criticano il potere, quello riconoscibile e quello che appare senza volto, ma di cui si avverte la ingombrante presenza. "Semplicemnete vivo" evidenzia tutto il Bisca-pensiero: constatano che viviamo nella civiltà dell'idiozia, prodotto del modus vivendi dell'Occidente, ma prospettano anche vie d'uscita (sono alla ricerca di un "Altrove", esprimono il desiderio di "Aria", auspicano un altro mondo possibile per i "Guagliò"). La scelta detta dalla loro coscienza, quindi, non è una snobbistica fuga sull'isola deserta quanto piuttosto una vigile presenza: le canzoni di questi "Clash" italiani sono "notizie" che difficilmente ascolterete nei telegiornali. Ma attenzione! Siamo spesso portati a prestare un'attenzione eccesiva ai testi e a catalogare, di conseguenza, una band con l'etichetta di "impegnata". La filosofia dei Bisca, invece, affida agli elementi festa, divertimento e ballo un ruolo molto rilevante. Per cui non si tratta di semplici "notizie in note" dal momento che la miscela di funky, rock e punk è di grande impatto, trascina l'ascoltatore, lo fa ballare. Questo doppio album rappresenta insomma un'ottima occasione sia per chi apprezza già il quartetto napoletano sia per chi li conosce poco: nel primo caso avrete il primo disco da vivo dei Bisca (ed è un documento imprescindibile dato il sudore che il gruppo non risparmia mai dal vivo), nel secondo caso avrete fotografie dolci-amare della società di oggi oltre che un a buona dose di musica ben suonata.

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    > PROSSIMA >