Bardamu Le notti bianche 2015 - Cantautoriale, Indie

Disco in evidenzaLe notti bianche precedente precedente

Il viaggio notturno di un sognatore, fra Paolo Conte e Dostoevskij

“Sapete cos'è un sognatore?” chiede alla sua amata il protagonista de “Le notti bianche” di Dostoevskij. Sembra una domanda banale, ma in realtà la risposta non è univoca: il sognatore del romanzo è un uomo solo che trova conforto e brevi momenti di felicità nelle sue fantasticherie, ma ci sono altri modi di essere dei sognatori, che non contemplino necessariamente totale mancanza di vita sociale. Quello che è certo è che la notte è una dimensione privilegiata per chiunque ami divagare con la mente: che lo faccia in sonno oppure a occhi aperti, il sognatore troverà nel silenzio, nel buio, nei misteri e nella sensualità delle ore tarde tutto quello che gli serve per scrivere nella sua testa mille romanzi. O canzoni. Come quelle del duo formato da Ginaski Wop e Alfonso Tramontana, che torna con questo lavoro, breve come il libro da cui prende il titolo e allo stesso modo diviso in capitoli, ad accompagnarci nel suo viaggio al centro della notte.
Un percorso in quello spazio/tempo sospeso in cui le città svelano angoli che la luce rende invisibili, le persone si spogliano – in molti sensi –, le regole cambiano, e innamorarsi è facile quanto sognare, o ballare sulle note di una musica nata da vagabondaggi prima dell'alba, amori e fughe, alcool, pioggia, jazz, fumo, racconti e melodie ascoltati nei bar di periferie lontane... una musica “fuori moda” come la letteratura classica, e i sognatori.

---
La recensione Le notti bianche di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2015-06-23 09:00:00

COMMENTI

Aggiungi un commento Cita l'autore avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia