06/01/1998

Nati nell'89, dopo un demo e due dischi, esce questo "elettrodomestico" a due anni di distanza dall'ultimo lavoro. Come nei precedenti, anche qui punk-ska a manetta! Evvvvaaaai! Al concerto ci (ri)sara` da divertirsi! I testi, come sempre, sono belli inkazzati e anche stavolta non risparmiano nessuno: "frecce tricolore" contro l'esercito, "senza sicura" contro chi organizza i concerti (si parla di prezzi alti, dei gorilla di sicurezza...), "il mercato del niente" contro la finta politica d'aiuto verso i paesi piu' poveri, contro i finti centri di recupero.... insomma il tema e` l'ipocrisia, "psichiatria" contro i medici del cervello, "ambaraba`" sulla legalizzazione delle droghe leggere, "chiapas" contro il potere militare che la` tiranneggia, "ultima notte" contro la TV. Ci sono poi "vulcani" e "vegetale" che incitano a non fare i vegetali ma ad essere dei vulcani, contro tutto e tutti... Musicalmente il sound e` energico, veloce e allegro come negi lavori precedenti, registrato in presa diretta e con pochissime sovraincisioni, cosi` che dal vivo la resa e` proprio quella del disco (impianto permettendo).

Una nota: "ambaraba`" dovrebbe essere una canzone contro le leggi proibizioniste italiane, ma il tono e i vocaboli scelti per i versi la rendono un po' ridicola: "non te la menare, rilassati, rolla dai che in fondo ti sballa, lo sai si vive una volta...". La cosa che mi da` un po' fastidio e` che questa sia l'unica canzone che ho sentito per radio (su Rock FM), ma le altre sono davvero meglio! Vabbe'. Prezzo amico: minore o uguale a 24.000

Tracklist

00:00
 
00:00

Commenti

    Aggiungi un commento:


    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati