< PRECEDENTE <
album A tutti gli uragani che ci passarono accanto - Enten Hitti

recensione Enten Hitti A tutti gli uragani che ci passarono accanto

Lizard Records / BTF Music 2020 - Cantautore, Sperimentale, Alternativo

RECENSIONE
30/05/2020

Talvolta, per comunicare davvero, bisogna creare una musica che abbatta le diversità e scarti le differenze fra gli uomini; qualcosa, come una formula creativa, volta all’impeto della sperimentazione, alla pulsazione dei corpi, alla creazione di uno spazio ampio dove si muova il suono. Il mondo è grande, la musica etnica ancora di più. Inseguendo suggestioni ambient, gli Enten Hitti viaggiano nell’etere della ricerca sonora da sempre: quella che pratica l’arte del rivitalizzare storie su tappeti musicali inediti e appassionanti. Oboe, steel drum, metallofono, corno, violino, contrabbasso costituiscono alcuni degli strumenti che celebrano “A tutti gli uragani che ci passarono accanto”: canzoni create tra il 2000 e il 2005 sulla base di un contratto con Giovanni Lindo Ferretti e Zamboni e mai pubblicate.

L’album non è fatto di interpretazioni ma di espressioni e le voci che ascolti ti guardano negli occhi. Non possono mentire nella “Casa dei pensieri”: quelli fatti di ombre, di venti, di illusioni, di libri, di luce e di ombre. E nemmeno in “Luna di pietra” dichiarano il falso, portandoci all’interno di un viaggio nel tempo, quello dell’esistenza. Le canzoni escono naturali, perdono la bussola e dimenticano le coordinate geografiche; per un attimo sono in Africa (“Le mani d’Africa”), poi si lasciano sospingere dal vento di città (“Vento lento”) e scaldare dal sole nella strada (“C’è il sole nella strada”). Dichiarano amore perduto in “Necramor” e un mare da attraversare nel sole del mattino (“Figlia dell’acqua e del sole del mattino”) per approdare a nuovi paesi, colori e profumi; il tutto condito da sonorità affascinanti, disseminate di suggestioni lontane.

Un disco di “uragani, soli splendenti, utopie, amori perduti” fatto per sognatori raminghi in viaggio verso sud.

 

Tracklist

00:00
 
00:00
Commenti
    Aggiungi un commento:

    ACCEDI CON:
    facebook - oppure - fai login - oppure - registrati
    Chi ha letto questa recensione ha visto anche:
    > PROSSIMA >
    Pannello

    TOP IT

    La top it è la classifica che mostra le band più seguite negli ultimi 30 giorni su Rockit.

    vedi tutti

    ULTIMI ALBUM

    Gli ultimi album con ascolti caricati dagli utenti.

    vedi tutti