Filippo Muneghina - Immuneghinos - Gruppo Zero Negativo Faccio Fatica a Frequentarmi 2021 - Cantautoriale, Jazz, Elettronica

Faccio Fatica a Frequentarmi precedente precedente

Artista, pittore, scrittore, cantautore, musicista, chef di cucina, appassionato di fotografia: ecco Filippo Muneghina

Che dire di questo "Faccio Fatica a Frequentarmi", un disco firmato da Filippo Muneghina che, per sua stessa ammissione, si definisce come un "artista, pittore, scrittore, cantautore, musicista, chef di cucina, appassionato di fotografia" ?. Beh possiamo dirvi che il cantautorato espresso dal toscano è sicuramente un cantautorato di buona fattura, molto più "fisico" di forse quanto ci saremmo aspettati prima di ascoltarlo e con qualche guizzo dal punto di vista dei testi, specie per quanto concerne l'ironia.

Anzi più che ironia è il non senso, sempre comunque ben calibrato e elegante, a dominare la mano di Muneghina che in sette canzoni, dove si segnala in modo particolare "Per Frasca", ci accompagna per mano in un mondo sghembo e un po' naif, molto da osteria per intenderci.

Se proprio dovessimo trovare dei difetti, di un certo qual peso, in un lavoro buono ma non perfetto andremmo sicuramente a parlarvi degli arrangiamenti. Se infatti il cantautore grossetano, come ricordato poco sopra, è dotato di una verve fuori dal comune, altrettanto non si può dire per le orchestrazioni, che rimangono sempre un po' di mero accompagnamento, sempre un po' troppo sullo sfondo.

Ecco nell'eventualità, che comunque ci auguriamo, di un volume due da parte degli Immuneghinos - Gruppo Zero Negativo quello che chiediamo è protagonismo e un briciolo di pazzia in più. Siamo certi che non rimarremo delusi dal loro jazz fuso all'elettronica. 

---
La recensione Faccio Fatica a Frequentarmi di Scritto da Giulio Pons è apparsa su Rockit.it il 2021-04-13 08:15:31

COMMENTI (1)

Aggiungi un commento avvisami se ci sono nuovi messaggi in questa discussione Invia
  • f.muneghina 21 g Rispondi

    grazie ragazzi sono Romano di adozione Toscana ... ne approfitto per ringraziare la Toscana che mi ospita da 15 anni e che mi da da mangiare ... e direi che se vede ...